Trecate, lavori di riqualificazione in via Gramsci

I lavori inizieranno il 23 gennaio. L'obiettivo è creare un'ampia zona pedonale pavimentata e recuperare i parcheggi

Foto di repertorio

Prosegue la riqualificazione del centro storico a Trecate: dopo via Mazzini e via Matteotti, come da programma amministrativo, si continua con via Gramsci, nel tratto compreso tra i civici 9 e 32, cioè tra piazza Cavour e via Cassano. I lavori inizieranno la prossima settimana, da mercoledì 23 gennaio, meteo permettendo.

L’obiettivo è quello di creare, lungo il lato sud della strada, un’ampia zona pedonale pavimentata con pietra di luserna e adornata con fioriere e panchine e, sul lato nord, recuperare i parcheggi. Là dove ora sono disponibili sei stalli di sosta, infatti, verrà ricreata la piazzetta del vecchio municipio e sarà realizzata un’area verde con piantumazione.

Residenti e commercianti interessati sono stati informati dall’ufficio Lavori pubblici delle tempistiche inerenti i lavori dei prossimi due mesi, come stimato dalla ditta Gioffrè Costruzioni di Carpignano Sesia, aggiudicataria della gara d’appalto, per il completamento dell’opera.

"L’obiettivo della riqualificazione del centro storico pertanto continua - ha dichiarato il consigliere incaricato ai Lavori pubblici Mauro Bricco - L’amministrazione comunale farà il possibile per completare quanto promesso: nei prossimi due anni saranno oggetto di lavori via Leonardi, via Garibaldi e via XX settembre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Bellinzago: 40enne schiacciato da un albero

  • Borgolavezzaro, 49enne trovato morto in casa: ipotesi suicidio

  • Bellinzago, trovata morta in casa da oltre dieci giorni: 20 cani senza cibo e cure

  • Incidente a Novara, schianto alla rotonda del Cim: auto finisce contro un palo

  • Novara, intossicata dal monossido di carbonio in casa: salvata grazie al rilevatore portatile dei soccorritori

  • Vco, aereo ultraleggero precipita a Pieve Vergonte: gravemente ferite due persone a bordo

Torna su
NovaraToday è in caricamento