Addio a Gigi Santoro, lunedì l'ultimo saluto

Il decano dei giornalisti avrebbe compiuto 83 anni a febbraio

gigi Santoro

Sarà celebrato lunedì 14 gennaio, alle 14.30, nella basilica di San Gaudenzio, il funerale di Gigi Santoro, il decano dei giornalisti, morto ieri pomeriggio, 11 gennaio, a 82 anni dopo due mesi di ricovero in ospedale.

Il giornalista, che avrebbe compiuto 83 anni a fine febbraio, novarese dell'anno 2007, è stato fra i protagonisti della stampa locale non solo sulla carta, ma anche in radio e soprattutto in tv, nei programmi in cui incontrava tantissimi personaggio dal sapore novarese. 

Messaggi di cordoglio

Sono stati tanti i messaggi di cordoglio scritti per Santoro, a partire dalle istituzioni fino a chi aveva l'appuntamento fisso con lui in tv per ascoltare racconti e interviste. "E' stato un osservatore attento della vita sotto la cupola, - ha detto il primo cittadino Alessandro Canelli - ricorderemo il suo amore per una professione che ha saputo declinare in diversi settori e realtà. Perdiamo un amico e soprattutto un novarese innamorato della sua città".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente in tangenziale a Novara: code e traffico in tilt

  • Verbano Cusio Ossola

    Piedimulera: litiga con una donna, la minaccia e l'aggredisce per strada

  • Verbano Cusio Ossola

    Verbania, 34enne sparito da giorni: appello a "Chi l'ha visto?"

  • Incidenti stradali

    Incidente a Trecate: perde il controllo dell'auto, esce di strada e si ribalta

I più letti della settimana

  • Bellinzago, 44enne trovato morto nella sua casa

  • Blocchi del traffico: l'ordinanza entra davvero in vigore, arrivano le prime multe

  • Nuovi autovelox in arrivo a Novara: ecco dove e quando

  • Trenord cerca personale, 200 posti di lavoro disponibili: come candidarsi

  • Novara, entra in casa della ex con un machete e cerca di uccidere lei e i familiari

  • Incidente a Borgomanero, pedone travolto da un'auto: è grave

Torna su
NovaraToday è in caricamento