L'ultramaratoneta novarese al Salone del libro di Torino con un libro sulla sua storia

Simone Leo presenterà il suo "Spontando il limite" edito da ExCogita in collaborazione con gli studenti di un master dello Iulm

Simone Leo

"Spostando il limite" non è solo la frase che ha detto più volte in occasione delle sue imprese sportive. "Spontando il limite" è anche il titolo del libro che parla della storia di Simone Leo, l'ultramaratoneta tutto novarese, primo al mondo ad aver concluso le "Seven sisters", ossia le sette ultramaratone più difficili al mondo. 

L'opera letteraria è edita da ExCogita e realizzata con il lavoro di alcuni studenti del master specialistico in editoria dello Iulm. Nel libro si parla di storia, di km, di emozioni, un viaggio intenso all'interno delle sette ultramaratone sparse nel mondo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo, il libro sarà presentato ufficialmente nella rassegna del Salone del libro di Torino giovedì 9 maggio alle 12.30 nella Sala rosa. Un traguardo importante per il novarese, per mantenere un lessico sportivo. Il libro verrà poi presentato anche altrove e con molta probabilità sarà organizzata una tappa anche a Novara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Stresa, si masturba davanti ai passanti: 26enne denunciato dai carabinieri

  • Incidente a Oleggio, ciclista investito da un'auto

  • Vco, si ribalta e rimane incastrata fra le lamiere dell’auto: persona ricoverata

Torna su
NovaraToday è in caricamento