Nuovo ospedale, giunta regionale a Novara: "Il progetto della Città della Salute non si deve bloccare"

Dopo la mancata approvazione del piano di finanziamento da parte del Ministero, Regione e Comune ribadiscono l'importanza del progetto

"Abbiamo bisogno subito nella nuova Città della Salute e della Scienza". Il sindaco di Novara Canelli ha ribadito la posizione dell'amministrazione comunale dopo lo stop arrivato dal Ministero al progetto.

Durante la giunta regionale monotematica proprio sul nuovo ospedale novarese questa mattina, venerdì 13 settembre, nell'aula magna del Maggiore, si è parlato della necessità che il progetto sia portato avanti.

Nuovo ospedale: ecco come sarà la città della salute

Lo stop al nuovo ospedale

Il piano per la costruzione, dopo che sono state avviate le procedure di bonifica dell'area di viale Piazza D'Armi dove sorgerà la nuova struttura, non ha ricevuto ancora l'approvazione del Ministero per quanto riguarda il finanziamento, che avrebbe dovuto essere in parte pubblico e in parte privato. 
 

giunta 2-2-2
 

Per il nuovo ospedale infatti l’investimento previsto è di circa 320 milioni di euro, di cui 95 a carico dello Stato con fondi assegnati alla Regione, 5,2 milioni con fondi della Regione e 219 a carico di un privato. L'idea era quella che, grazie al partenariato pubblico-privato, i tempi di realizzazione sarebbero stati più rapidi. Questa forma di finanziamento però non è stata approvata.

"Per la Città della Salute di Torino l'approvazione c'è stata, nonostante il progetto abbia ancora dei punti da definire - ha detto il presidente della Regione Alberto Cirio - Per Novara invece, dove è già tutto pronto, l'approvazione non è arrivata e non c'è ancora una forma di finanziamento. Sarebbe bello realizzare tutti con fondi pubblici, ma purtroppo non è possibile e per questo si era deciso per il partenariato pubblico-privato".


 

"Il progetto è partito nel 2001 - ha spiegato Canelli - e da allora le amministrazioni di Regione e Comune, indipendentemente dal colore politico, hanno lavorato per portarlo avanti. Sembrava tutto pronto, sono iniziate le opere di bonifica, ma ora che siamo in dirittura d'arrivo siamo stati fermati".


L'invito a realizzare l'ospedale in tempi brevi arriva non solo dalla politica, ma anche dagli "addetti al settore". ""Ormai la Città della Salute è un'esigenza ineludibile per la nostre città" ha detto il direttore dell'ospedale Mario Minola. "L’obiettivo deve essere quello di realizzare la Città della Salute nel più breve tempo possibile – afferma il presidente dell'ordine dei medici Federico D'Andrea – Non interessano le modalità di costruzione, se un partenariato pubblico-privato o altro: interessa che, dopo vent’anni che se ne parla finalmente si arrivi alla stretta finale". 

Il progetto della Città della Salute

La Città della Salute occuperà un'area totale di 172mila metri quadrati per un totale di 711 posti letto. Ci saranno quattro padiglioni a forma di "L", uniti fra di loro da un lungo corridoio con il tetto a vetro, che ospiteranno i reparti, con il pronto soccorso al piano seminterrato, il Cup al piano terra insieme gli ambulatori e gli spazi commerciali.
 

Nuovo ospedale - Una delle stanze-2
 

Al primo piano ci saranno 18 sale operatorie e la terapia intensiva, mentre al secondo piano le camere per i degenti. Collegata si troverà una struttura ellittica, che ospiterà l'area di "cura della mamma e del bambino" con ambulatori ginecologici e day hospital pediatrico e ostetrico, per un totale di 48 letti. Due edifici separati invece per le attività di alta tecnologia, per le aree direzionali e le aule universitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Bambino investito a Novara: gravissimo in ospedale

  • Incidente mortale in corso Trieste, il piccolo Achraf travolto da una moto mentre era in bicicletta

Torna su
NovaraToday è in caricamento