Detenuti e cantieristi al lavoro con Assa al parco di via Boggiani e in via Sforzesca

I lavori nell’ambito della settimanale Giornata di recupero del patrimonio ambientale

Lavori di manutenzione straordinaria del Parco di via Boggiani nell’ambito della settimanale Giornata di recupero del patrimonio ambientale che si è svolta il 13 novembre, con il coordinamento tecnico di Assa e l'impiego dei detenuti volontari della Casa circondariale di via Sforzesca.

I detenuti usciti in permesso premio per prestare la loro attività volontaria a beneficio della riqualificazione di alcune aree della città, hanno sostituito con nuovi giochi quelli non più utilizzabili e riparato quelli riparabili, hanno ripristinato la staccionata che era stata integralmente danneggiata, hanno provveduto alla raccolta foglie e alla manutenzione del
verde e al taglio dell'erba. Hanno prestato supporto operativo e logistico i detenuti attivi in Assa quali "cantieristi di lavoro" sulla base della L.R. 34/2008.

Il 14 novembre si è inoltre tenuta una Giornata straordinaria durante la quale i detenuti volontari in permesso premio, coadiuvati dai detenuti cantieristi in Assa e coordinati dalla stessa Azienda, hanno provveduto alla manutenzione ordinaria del verde perimetrale della Casa circondariale di via Sforzesca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

Torna su
NovaraToday è in caricamento