Torretta confiscata alla mafia, arrivano i fondi per riqualificarla

Il Comune di Borgomanero è tra i Comuni assegnatari per il riutilizzo di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata

Il Comune di Borgomanero è tra i Comuni della regione Piemonte assegnatari dei fondi stanziati per il riutilizzo di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata.

Saranno destinati alla Città 29.000 euro per recuperare la Torretta e destinarla ad attività di aggregazione e socializzazione. Il contributo è stato assegnato grazie alla partecipazione, del Comune di
Borgomanero, al bando emanato dalla regione nel mese di settembre in attuazione della legge n.14/2007. "Il riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità rappresenta una grande opportunità per la nostra Città – sotto linea l’assessore Elisa Zanetta - perché ci permetterà dopo le opere di recupero dello stabile di mettere a disposizione della Comunità nuovi spazi a fini sociali”. Aggiunge poi” La
Torretta sarà quindi il simbolo cittadino della legalità”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Lo stadio di Novara set cinematografico per un giorno: si cercano comparse

  • Novara, rapina al punto Snai di via San Francesco: due feriti

  • Tragedia a Castelletto: muore investito dal camion della nettezza urbana

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • E' un rifugiato politico l'uomo che vagava a piedi con un coltello sulla A4: arrestato dopo 24 ore di ricerche

Torna su
NovaraToday è in caricamento