All'ospedale di Novara un centro per la cura dei disturbi del comportamento alimentare

All'interno del Maggiore è stato individuato un percorso assistenziale che ha come punto di riferimento la Struttura complessa a direzione universitaria di Psichiatria diretta dalla prof.ssa Patrizia Zeppegno

L'equipe della prof.ssa Zeppegno

Il 2 giugno sarà la Giornata mondiale dedicata ai disturbi del comportamento alimentare, una patologia alla quale l’azienda ospedaliero-universitaria di Novara ha riservato particolare attenzione, individuando un percorso assistenziale che ha come punto di riferimento la Struttura complessa a direzione universitaria di Psichiatria diretta dalla prof.ssa Patrizia Zeppegno. Si tratta di un Centro di secondo livello per il quadrante del Piemonte Orientale.

L’attività clinica prevede il coinvolgimento sinergico della Struttura complessa di Psichiatria, della Struttura complessa di Alimentazione Dietetica diretta dal dott. Sergio Riso e della Struttura complessa di Medicina Interna 2 diretta dal dott. Mauro Campanini. Vengono effettuati interventi di prevenzione, diagnosi e cura, in contesto ambulatoriale e di Day-Hospital, definiti sulla base delle caratteristiche del singolo paziente, con il quale viene stipulato un "contratto terapeutico" che prevede l’individuazione di obiettivi sui quali pazienti ed equipe curante
multidisciplinare e multiprofessionale si impegnano a lavorare insieme.

L’accesso all’ambulatorio per i disturbi del comportamento alimentare avviene su invio del medico di medicina generale o di altro specialista; dopo la prima visita specialistica, viene definito un percorso ad personam che articola presa in carico psichiatrica, dietologico-dietistica, psicoterapeutica, della famiglia. Nei casi in cui sia indicata una ospedalizzazione parziale, possono essere attivati percorsi di Day Hospital, presso il Dh della Sc Psichiatria, qualora sia particolarmente indicato approccio psicoterapeutico e di riabilitazione precoce in setting gruppale, o presso il Dh della Medicina Interna 2 qualora sia maggiormente indicato o necessario un approccio dietologico e internistico. La Sc Psichiatria svolge anche attività di ricerca nell’ambito dei disturbi del comportamento alimentare, con pubblicazioni su riviste di rilevanza
internazionale e collaborazioni con altri centri italiani ed europei dedicati. La Prof.ssa Zeppegno è inoltre titolare dell'insegnamento "Eating disorders from a clinical and sociological point of view. Eating disorders: biology, psychopathology and clinical aspects" nel contesto dal Master Degree Food Health Environment dell’Università del Piemonte Orientale.

Potrebbe interessarti

  • Come smettere di fumare in dieci passi

  • Da settembre panoramica dentaria presso la Radiologia di Arona

  • Il potassio: dove trovarlo e i benefici

I più letti della settimana

  • Esselunga assume a Novara e provincia: come candidarsi

  • Giovane novarese scomparso in Spagna: l'appello della famiglia

  • Creavoladossola, donna trovata morta nella notte nei boschi vicino a casa

  • Incidente a Trecate, frontale prima dell'alba sulla provinciale: le auto prendono fuoco

  • Castelletto Ticino, rimane schiacciato da una pianta che stava tagliando: morto sul colpo

  • Arriva "Antonino Chef Academy”: strada chiusa due mesi per lo show di Cannavacciuolo

Torna su
NovaraToday è in caricamento