Novara, nuovo ecografo di ultima generazione donato alla Chirurgia pediatrica dell'ospedale

Lo strumento è stato acquistato grazie alla donazione di un privato cittadino, che nel suo testamento aveva espresso la volontà che una parte dei suoi averi venisse destinata a opere di beneficenza

Lo strumento è costato circa 30mila euro

Un nuovo ecografo per la Chirurgia pediatrica dell'azienda ospedaliero universitaria di Novara acquistato grazie alla donazione di un privato cittadino.

Come spiegano dall'ospedale in una nota stampa, nel suo testamento Antonio Scarpa, novarese scomparso nel gennaio di un anno fa, aveva espresso la volontà che una parte dei suoi averi venisse destinata a opere di beneficenza. Così l’esecutore testamentario, il geom. Valter Gaiani, ha contattato la direzione del Maggiore e alla Chirurgia pediatrica, diretta da qualche mese dal dott. Michele Ubertazzi, è arrivato un ecografo di ultima generazione, dotato di sonde pediatriche e software dedicato, del costo di 30mila euro.

"Nel corso della sua attività lavorativa nel novarese - spiega Gaiani - Antonio Scarpa, che da mio cliente era diventato più che un amico, era sempre stato in contatto per ragioni professionali con il mondo dell’infanzia. Ho pensato quindi che avrebbe avuto piacere se parte dei suoi beni fossero stati impiegati per l’acquisto di un’apparecchiatura per la chirurgia pediatrica. Ho contatto la direzione dell’Aou e abbiamo subito trovato l’apparecchiatura di cui c’era maggior necessità".

"La disponibilità di uno strumento di ultima generazione, tecnologicamente avanzato, corredato di sonde multifrequenza - afferma il dott. Ubertazzi - porterà sicuramente un enorme vantaggio nella definizione delle varie situazioni cliniche e non potrà che essere di stimolo per il continuo aggiornamento per il miglioramento delle competenze acquisite".

"Infatti - aggiunge il direttore della Chirurgia pediatrica - l'ecografia riveste in ambito pediatrico un ruolo fondamentale con grandi potenzialità diagnostiche in assenza di controindicazioni. La possibilità di eseguire un esame ecografico con strumenti di ultima generazione, ad elevata risoluzione in ambito ambulatoriale, in sala operatoria (procedure eco-guidate chirurgiche ed anestesiologiche) ed al letto del paziente, è un passo fondamentale per una maggiore integrazione tra approccio clinico, terapeutico e chirurgico. Attualmente presso il reparto di Chirurgia pediatrica, l’ambulatorio di Ecografia rappresenta un ruolo di eccellenza dove sono seguiti pazienti con patologie chirurgiche note o sospette tali, e vengono eseguite ecografie a livello addominale, renale e vie urinarie, testicolare e del comparto testa-collo. Oltre all’attività ambulatoriale dedicata ai pazienti esterni, viene svolto un servizio di consulenza per tutta l’area Omogenea pediatrica (Terapia intensiva Neonatale e Pediatrica, Nido, Pediatria e Neuropsichiatria infantile). Vengono eseguite inoltre in sala operatoria procedure sia diagnostiche che interventistiche".

Il direttore generale dell’Aou, Mario Minola, ha infine espresso il proprio ringraziamento "per la grande sensibilità dimostrata da Antonio Scarpa e per la disponibilità del geom. Gaiani nei confronti del settore infantile del nostro ospedale: la donazione sarà di grande aiuto nella pratica clinica e operatoria che ci vede coinvolti tutti i giorni".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Bambino investito a Novara: gravissimo in ospedale

  • Coronavirus: annullate le sfilate di carnevale a Oleggio, Galliate e Trecate, chiuso il Tredicino

Torna su
NovaraToday è in caricamento