Ricette per esami e visite, la Regione estende la validità a sei mesi

In Piemonte passa da due a sei mesi la validità delle ricette relavite alle prestazioni diagnostiche e specialistiche

Foto di repertorio

La Regione Piemonte estende da due a sei mesi la validità delle ricette relative alle prestazioni diagnostiche e specialistiche. La delibera, presentata dall’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta, è stata approvata venerdì mattina dalla Giunta regionale.

"L’estensione fino a 180 giorni della durata delle prescrizioni mediche è un altro passo in avanti verso la semplificazione - sottolinea l’assessore Saitta -. In questo modo si agevolano i cittadini e si riduce il carico burocratico per il sistema sanitario".

Il provvedimento riguarda le ricette prescritte dai medici di famiglia, dai pediatri e dai medici specialisti ambulatoriali ed è stato condiviso, nei giorni scorsi, con le organizzazioni sindacali di categoria.

"L’allungamento della validità della ricetta sarà di aiuto in particolare per i malati cronici - aggiunge l’assessore - e per le persone che hanno necessità di controlli frequenti, che avranno più tempo per poter prenotare visite o esami senza dover tornare dal proprio medico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Trecate: muore travolto dal treno

  • Novara, uomo trovato morto su una panchina

  • Incidente a Novara: schianto tra due auto all'incrocio, un ferito

  • Concorso di Natale di Esselunga, vinte 3 Mini tra novarese e Vco: i numeri e i codici vincenti

  • San Gaudenzio e il miracolo delle rose

  • Incidente a Novara: schianto tra due auto in via Galilei, due feriti

Torna su
NovaraToday è in caricamento