Cinquecento giovani novaresi a Torino per incontrare il Papa

Provenienti dagli oratori di tutta la Diocesi, parteciperanno all'Happening dei giovani e degli oratori italiani

Cinquecento giovani della diocesi di Novara saranno a Torino il 20 e 21 giugno per incontrare Papa Francesco.

I ragazzi, provenienti dagli oratori di tutto il territorio diocesano, si recheranno nel capoluogo piemontese per partecipare all’Happening dei giovani e degli oratori italiani, un evento dedicato alle nuove generazioni in occasione della visita del Santo Padre a Torino per il 200° della nascita di San Giovanni Bosco e la Solenne Ostensione della Sindone.

Incontreranno il Papa durante la messa del mattino di domenica 21 giugno e in occasione di un evento dedicato proprio ai giovani domenica pomeriggio.

"L’Happening sarà per i ragazzi un’occasione unica per vivere sul nostro territorio un’esperienza in pieno stile Giornata mondiale della gioventù: due giorni di incontro, festa, condivisione, ascolto e preghiera - ha spiegato don Federico Sorrenti, vicedirettore dell’Ufficio di Pastorale giovanile della Diocesi di Novara -. Nella giornata di sabato 20, i ragazzi potranno percorrere diversi percorsi di visita della città di Torino, sostare di fronte alla Sindone, partecipare a momenti di preghiera e catechesi e, durante la serata, ad una grande veglia di preghiera assieme ai giovani provenienti da oratori e parrocchie di tutta Italia a Parco Dora".

Durante la mattina del 21 giugno, i giovani si sposteranno dal parco dove avranno passato la notte, a piazza Vittorio Veneto: qui attenderanno il Papa per la messa.

I giovani della diocesi di Novara - circa 500 ragazzi e ragazze provenienti da tutti i vicariati (numerosi i gruppi degli oratori Borgomanerese, di Novara, della Bassa Valsesia e dell’Ovest Ticino) - saranno accompagnati a Torino dai loro sacerdoti, dagli educatori e da qualche gruppo di famiglie.

Quasi tutti prenderanno parte all’evento a partire da sabato mattina, altri raggiungeranno il gruppo diocesano nella serata, per la Veglia di attesa e di festa prima dell’incontro con il Santo Padre di domenica mattina.

"Per i ragazzi sarà un’importante occasione di condivisione - ha aggiunto don Federico Sorrenti - e un’esperienza di pellegrinaggio e di Chiesa, proprio come una 'piccola' Giornata Mondiale della Gioventù, in attesa di vivere, la prossima estate, la Gmg di Cracovia".

I giovani novaresi saranno tra gli oltre 10mila pellegrini attesi a Torino per l’incontro con Papa Francesco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Incidente a Novara, auto si schianta contro un dehors in via Pontida

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente a Paruzzaro: schianto tra auto e camion, un ferito grave

  • Coronavirus, pronta una nuova ordinanza in Piemonte: niente più distanziamento sociale sui mezzi pubblici

  • Batterio pericoloso: ritirato lotto di salmone prodotto a Borgolavezzaro

Torna su
NovaraToday è in caricamento