Accendono un barbecue in casa per il pranzo della domenica, intera famiglia intossicata

In quattro sono finiti nella camera iperbarica di Fara

Volevano preparare il pranzo della domenica cucinando alla griglia, ma hanno deciso di farlo in casa.

Un'intera famiglia di quattro persone ha rischiato grosso il 2 dicembre: poco dopo l'accensione del barbacue i quattro si sono sentiti male. Sono stati tutti trasportati al pronto soccorso di Novi Ligure e da lì, una volta riscontrata un'intossicazione da monossido di carbonio, alla camera iperbarica del centro di cura I Cedri di Fara Novarese. Due uomini di 52 e 51 anni, una donna di 50 anni e un ragazzo di 18 hanno subito un trattamento di ossigeno terapia all'arrivo, che è terminato nella notte tra domenica e lunedì. Le loro condizioni sono buone, ma dovranno subire un altro trattamento. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di mario
    mario

    No, in questo caso non ha solo i capelli in testa, ma ha anche i c....... in testa !!!

  • ma puoi accendere la griglia in casa???? ma la gente cosa ha in testa???? solo i capelli???

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Operazione "Oro rosso": scoperti rifiuti illegali in un deposito di rottami

  • Cronaca

    Migliorano le condizioni di Simona, la donna bruciata nella sua auto da uno stalker

  • Cronaca

    Trenord, guasti a catena sulla linea: treni per Milano cancellati e in ritardo

  • Cronaca

    Evade dai domiciliari, lo trovano ubriaco per strada: "Volevo solo comparare le sigarette"

I più letti della settimana

  • Novara: 18enne si toglie la vita in camera sua

  • Galliate: "Siamo sotto schock, la scuola non c'entra": parla la famiglia del ragazzo che si è tolto la vita

  • Cannavacciuolo, la pasticceria novarese si sposta fuori città

  • Novara, lite in strada in viale Dante: picchia una donna e poi aggredisce gli agenti

  • Novara, 30enne cade dal primo piano: è grave

  • Trecate, muore mentre è al parco colpito da un malore

Torna su
NovaraToday è in caricamento