San Maurizio, nuovi sversamenti industriali nelle acque del Lago D'Orta

Ancora schiuma derivante da processi industriali nelle acque del lago

Ancora sversamenti di sostanze inquinanti, quasi certamente prodotte da lavorazioni industriali, nel Lago D'Orta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo caso è successo nel comune di San Maurizio d'Opaglio ma in una zona diversa dai precedenti casi. La schiuma, densa e persistente, è stata avvistata sabato 21 e lunedì 23 luglio: si tratta quasi certamenti di residui di cromatura e di soda caustica, utilizzate nelle rubinetterie della zona per alcuni procedimenti particolari. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia locale di San Maurizio. Era già successo a maggio, quando una ditta è stata denunciata, e poi di nuovo solo qualche settimana fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

  • Stresa, si masturba davanti ai passanti: 26enne denunciato dai carabinieri

  • Verbania, pestano selvaggiamente due commercianti che li hanno rimproverati: arrestati tre giovani

  • Auto si ribalta sui binari ad un passaggio a livello nel novarese: sfiorato l'incidente ferroviario

  • Coronavirus, arriva il 12 luglio a Novara il laboratorio mobile per i test sierologici

  • Incidente a Casalino: schianto tra due auto sulla provinciale: tre feriti

Torna su
NovaraToday è in caricamento