Movida violenta a Novara, feroce aggressione fuori dalla discoteca Ryan's

La rissa è degenerata fuori dal locale: due giovani presi a bastonate. La polizia ha rintracciato i tre responsabili

Repertorio

Ci sono volute più di tre settimane, ma alla fine gli agenti della Questura di Novara sono riusciti a identificare e rintracciare gli autori di una violenta aggressione fuori dalla discoteca Ryan's.

Nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 ottobre una lite tra due gruppi di giovani iniziata all'interno del locale per futili motivi è poi proseguita nel parcheggio. Due ragazzi sono stati aggrediti all'esterno della discoteca di via Morera: uno dei due ha riportato un grosso taglio alla tempia, provocato probabilmente da un oggetto contundente, mentre l'altro è stato colpito ad un braccio. Entrambi sono finiti al pronto soccorso. Gli aggressori invece, tre giovani, sono fuggiti prima dell'arrivo della polizia, che si è messa sulle loro tracce. Dopo diverse indagini gli agenti sono riusciti a risalire all'identità degli aggressori, che sono ora indagati per il reato di lesioni gravi in concorso.

Non è la prima volta che la movida novarese diventa violenta: ci sono già stati diversi casi di risse e aggressioni in pieno centro, nella zona dei locali più frequentati. Per questo la Squadra volante ha intensificato proprio nelle serate di venerdì e sabato i controlli della zona, per prevenire episodi violenti. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • ha ragone il signor graziano , chiudere questi locali e per sempre , il signor davide è un ottimista . a questo punto chiedo ma che razza di giovani va in queste discotehe ? ubriaconi , drogati , facili costumi ? allora vadano a lavorare con gli invalidi di notte vediamo se non si calmano

  • E' ora di finirla con luoghi che più che sono terra di nessuno. Tutte i fine settimana o quasi c'è un episodio del genere. Forse sarebbe opportuno evitare queste aggregazioni esplosive di maleducati ed incivili, incominciando a chiudere i locali a tempo indeterminato

  • Avatar anonimo di davide
    davide

    Sapendo che è un luogo e una zona sensibile a fatti similari oltretutto già avvenuti, con fatti di degrado e risse. Cosa si aspetta a implementare i controlli di video sorveglianza. Non vi è alcuna telecamera degna di nota nel piazzale parcheggio locale, sempre al buio o in forte penombra;  luogo ideale per quel che si voglia. Telecamere assenti anche nelle attigue vie di passaggio o stazionamento di questi giovani; molto sovente un pò troppo euforici. Ogni volta Grande e Lodevole impegno per le Forze dell' Ordine sulla ricostruzione dei fatti, con indagini ostacolate o rallentate da testimoni (gli stessi ragazzi) che niente vedono o niente ricordano. Cosa si aspetta a dar ordine ai gestori del locale a far attuare simili dispositivi degni di nota. Lo stesso dicasi per l'Amministrazione Comunale per le attigue vie, con telecamere di competenza pubblica (Comune). Ben si sà, che in quelle ore e giorni apertura locale, alcuni dei ragazzi frequentatori sono all'esterno ben alticci e irrascibili, pronti a esplodere come una miccia accesa per un no niente.   

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ricercato da ottobre per aver violato i domiciliari: arrestato a Novara

  • Cronaca

    Incendio ad Arona, contatori in fiamme in via Cavour

  • Cronaca

    Perseguitava la ex compagna: 46enne in manette per stalking

  • Verbano Cusio Ossola

    Discarica abusiva in Val Vigezzo: sequestrato un terreno a Toceno

I più letti della settimana

  • Incendio a Novara, fumo e fiamme dal centro commerciale San Martino

  • Incidente sul lavoro, si sporge in un tombino per leggere un contatore e muore: così ha perso la vita Roberto Biscaldi

  • Esselunga, parte il concorso di Natale: in palio mille iPhone. Come partecipare

  • Incidente in tangenziale, due auto si schiantano: una si ribalta e si incendia

  • Cosa fare in città: tutti gli appuntamenti del fine settimana del 15 e 16 dicembre

  • Incidente a Novara: schianto in tangenziale, due feriti

Torna su
NovaraToday è in caricamento