Intossicata dal monossido di carbonio in casa: aostana ricoverata a Fara

La donna è stata ricoverata per un trattamento di ossigeno terapia in regime di emergenza presso la casa di cura I Cedri

Foto di archivio

E' stata ricoverata a Faa Novarese la donna di Valpelline, in provincia di Aosta, vittima di un'intossicazione da monossido di carbonio.

La donna, classe 1964, nel pomeriggio di ieri, lunedì 7 gennaio, è stata infatti sottoposta ad un trattamento di ossigeno terapia in regime di emergenza presso la casa di cura I Cedri.

La donna si era recata presso l’ospedale di Aosta dopo aver accusato sensazione di malessere e di svenimento. Ha riferito ai sanitari di essere stata esposta alle esalazioni di una stufa a legna all’interno della propria abitazione. Le è stata diagnosticata un’intossicazione da monossido di carbonio ed è quindi stata posta l’indicazione di un trattamento di ossigeno terapia in camera iperbarica.

La paziente, come da convenzione, è rimasta degente presso il reparto di Medicina della casa di cura di Fara Novarese, per essere sottoposta ad un nuovo trattamento di ossigeno terapia di consolidamento nella giornata di oggi, martedì 8 gennaio. Il quadro clinico risulta in miglioramento.

Potrebbe interessarti

  • Quando e perchè cambiare le lenzuola

  • Novara, nuovi trattamenti endoscopici mini-invasivi per l'obesità al Maggiore

  • 5 rimedi naturali per allontanare le formiche da casa

  • La ciliegia: il frutto benefico per salute e bellezza

I più letti della settimana

  • Bogogno, schianto fra auto e moto: gravissimo il centauro

  • Novara, rissa in pieno centro fra un gruppo di ragazzi

  • Cannobio, si trancia un dito mentre sta lavorando al supermercato

  • Druogno, incidente mortale: vittima un pensionato investito da un'auto

  • Esselunga assume, posizioni aperte anche nel novarese

  • Novara, entra in un negozio del centro ed esce senza pagare: bloccato dalla titolare

Torna su
NovaraToday è in caricamento