Arona: cercasi barche e marinai per il festival "Il teatro sull'acqua"

L'organizzazione sta cercando imbarcazioni e marinai per rendere unico lo spettacolo "Bakunin - Il Leone e il Coccodrillo". Le barche dovranno essere dieci, così come i rematori

Dal 10 al 14 settembre, ad Arona, farà tappa la quarta edizione del festival italo-svizzero "Il teatro sull'acqua - Incontri internazionali di teatro e parola del Lago Maggiore".

L'organizzazione della manifestazione sta cercando imbarcazioni e marinai per rendere unico lo spettacolo "Bakunin - Il Leone e il Coccodrillo", inserito nel programma dell'evento. Le barche (una decina) dovranno essere di massimo 4 metri, dotate di remi. Saranno ricoverate sullo scivolo di piazza del Popolo di Arona, se necessario. I rematori (sempre una decina) dovranno essere persone atletiche, capaci di muoversi da un’imbarcazione all’altra, nel mezzo del lago.

Per chi volesse prendere parte alla prima nazionale dell'11 settembre, e successive repliche, diretta dal regista Hervé Ducroux,  inviare una foto della barca e recapiti telefonici a info@festivalduerocche.it.

"Il teatro sull'acqua" è un progetto unico e ambizioso, che ha l’obiettivo di trasformare il lago in un gigantesco palcoscenico per produzioni teatrali e spettacoli ideati per essere messi in scena esclusivamente sull’acqua, in un contesto paesaggistico straordinario, all’ombra della rocca di Arona e del Colosso di San Carlo Borromeo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la prova generale "aperta" del 10 settembre, l’11, alle ore 21, si terrà la prima nazionale di "Bakunin - Il Leone e il Coccodrillo - Il fine giustifica i mezzi?" scritto da Dacia Maraini, regia di Hervè Ducroux. Tra gli interpreti, Maurizio Donadoni (Bakunin), Edoardo Siravo (Marx), Karina Arutyunyan (Antonia, moglie di Bakunin). Uno spettacolo con una scenografia "liquida", in continuo movimento, legata al ritmo delle onde del lago, e con repliche ogni volta diverse e uniche, il 12 e 13 settembre. Lo spettacolo è co-prodotto con la compagnia teatrale "Amici per un sogno", di Gravellona Toce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • "Fase" 2 | Sì a sport, passeggiate e montagna: tutte le regole in Piemonte

  • Novara, bonus bici confermato: come fare richiesta per ottenere fino a 500 euro per biciclette e mezzi elettrici

  • Cameri, tutti a guardare il cielo per l’atterraggio delle Frecce Tricolori

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie nei centri commerciali (anche all'aperto) e bar chiusi entro l'una

Torna su
NovaraToday è in caricamento