Arona dice addio agli ombrelli colorati danneggiati dal vento

La Pro loco ha deciso, a causa del forte vento che ha danneggiato molti degli ombrelli appesi in corso Repubblica e nel budello, di disinstallarli dando appuntamento al prossimo anno, lasciando così molti cittadini dispiaciuti

budello

Dopo soli 40 giorni UnderColoursArona dice addio.

Ieri la Pro loco di Arona ha deciso di disinstallare i colorati ombrelli che, per il secondo anno consecutivo, erano stati appesi in corso Repubblica e in corso Cavour. La decisione è stata presa in seguito al fatto che il forte vento degli ultimi due giorni ha rovinato molti dei mille pezzi. La rimozione è stata dettata anche da una precauzione per motivi di sicurezza.

La Pro loco ha già dato appuntamento al prossimo anno con la simpatica e molto apprezzata iniziativa, ciononostante questa decisione ha provocato un po' di delusione da parte di alcuni cittadini che ritengono che gli ombrelli potessero essere sostituiti visto il forte richiamo turistico, e non solo, che hanno avuto.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Incidente stradale sulla Statale 32: camion fuori strada, traffico bloccato

    • Cronaca

      Pistola (giocattolo) in pugno e passamontagna: rapina in un internet point

    • Cronaca

      Auto a fuoco a Galliate e Novara: illesi gli occupanti dei due mezzi

    • Cronaca

      I vigili del fuoco scendono in piazza a Novara: sit in davanti alla Prefettura

    I più letti della settimana

    • Torino-Milano, rogo in autostrada: in fiamme pullman con bambini a bordo

    • Incidente a San Maurizio, auto travolge palo della luce e si ribalta

    • Incidente a Romagnano, scontro frontale all'incrocio: cinque feriti

    • Tragedia a Trecate: precipita da 5 metri nel cortile di casa e muore

    • Si sente male durante la partita dei bambini, muore allenatore

    • Caltignaga, grosso incendio: in fiamme il tetto di una casa

    Torna su
    NovaraToday è in caricamento