Arrestato il rapinatore con lo spray urticante: avrebbe dovuto essere ai domiciliari

La polizia ha fermato l'uomo che giovedì scorso aveva aggredito la titolare di una lavanderia per rubare l'incasso

Foto di repertorio

La mattina del 9 marzo un uomo, fingendosi un cliente, è entrato in una lavanderia di via Piave.

Si è avvicinato alla cassa e ha tentato di rubare del contante: la titolare ha cercato di fermarlo ed è stata spruzzata con dello spray urticante. L'uomo si è poi dato alla fuga con l'incasso.

La polizia ha immediatamente avviato l'indagine, che ha portato all'individuazione dell'autore della rapina: si tratta di B.M, già noto alle forze dell'ordine. L'uomo, che ha usato un nebulizzatore di “oleoresin capsicum”, comunemente chiamato spray al peperoncino, si trovava già agli arresti domiciliari per un precedente reato contro il patrimonio ed era uscito senza permesso per commettere la rapina. 

Il magistrato di sorveglianza ha quindi modificato il luogo di detenzione dell'uomo, che ora si trova nel carcere di Novara. 

Potrebbe interessarti

  • Asl di Novara, arriva l'app per prenotare le visite on line

  • Le acconciature giuste in base alla forma del viso

  • I benefici del magnesio

  • Come pulire il box doccia

I più letti della settimana

  • Incidente a Romentino | Auto prende fuoco in officina: due persone gravemente ustionate

  • Colpo da 20mila euro in banca, poi lo shopping a Novara: arrestato 21enne

  • Incidente sul lavoro a Malpensa, morto un operaio di 49 anni

  • Allerta maltempo a Novara per forti temporali e grandine

  • Attenzione al cellulare alla guida: arrivano anche a Novara gli agenti in moto in borghese

  • Novara, vandali in azione: distrutte auto e parchi pubblici

Torna su
NovaraToday è in caricamento