Spaccio nei boschi del novarese, arrestato un uomo con più di un chilo di eroina

I carabinieri hanno pedinato l'uomo fino a Milano

Repertorio

Continuano le operazioni dei carabinieri per il contrasto dello spaccio nel novarese.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, impegnati in un'attività di contrasto di spaccio di droga nei boschi di Oleggio, nella mattinata del 10 gennaio hanno osservato e pedinato un uomo, L.A., albanese, classe 1973, già noto alle forze dell’ordine. I carabinieri hanno seguito per ore il 46enne, che si è spostato verso il quartiere Gorla di Milano.

Lì hanno notato movimenti sospetti e hanno deciso di agire, fermando l'uomo che aveva con sè 400 euro in banconote di vario taglio e alcuni involucri di cellophane.

Negli involucri i militari hanno trovato un totale di 1,27 chili di eroina e 25 grammi di cocaina. Il 46enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I carabinieri negli ultimi mesi hanno effttuato diversi controlli per contrastare il fenomeno dello spaccio nei boschi nel novarese: la scorsa settimana un 30enne è finito in manette a Carpignano Sesia, mentre a novembre tre persone, che facevano i "pendolari" dal milanese per spacciare nella zona del Ticino, sono stati arrestati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Bambino investito a Novara: gravissimo in ospedale

  • Coronavirus: annullate le sfilate di carnevale a Oleggio, Galliate e Trecate, chiuso il Tredicino

Torna su
NovaraToday è in caricamento