Novara, il racconto: "La mia bambina di 13 anni è stata picchiata in strada sotto i miei occhi"

Il racconto di una novarese che avrebbe all'aggressione della figlia

Repertorio

"Stavamo camminando per strada, quando ci hanno insultato e poi hanno picchiato la mia bambina: ora voglio giustizia".

La replica della vicina: "Nessuno ha toccato la bambina, vivere nel loro stesso palazzo è impossibile, abbiamo paura"

Inizia così il racconto di una novarese a NovaraToday.it. La donna ha chiamato la redazione per sfogarsi e denunciare quello che avrebbe passato nel pomeriggio di lunedì 3 dicembre in via Aquileia, a pochi passi da casa. "Abbiamo incontrato in strada delle nostre vicine di casa, madre e figlia, con cui avevamo già avuto delle discussioni - racconta la novarese -. Loro sostengono che noi facciamo troppo rumore, che i nostri cani danno fastidio e che hanno già chiamato Atc per farci cacciare dalla casa popolare. Già la scorsa settimana avevano insultato mia madre, ieri si sono messe ad insultare me per strada".

La lite in strada

"Io ero con mia figlia di 13 anni e stavo andando a prendere il bambino più piccolo a scuola. Mi hanno chiamato "puttana" e "troia" e mia figlia si è arrabbiata. Lei ha cercato di difendermi, dicendo alle due donne che non mi dovevano chiamare così, e quelle hanno reagito. Una delle due, una ragazza di 24 anni, ha preso per i capelli la mia bambina e le ha dato calci e pugni nello stomaco. Per fortuna è intervenuta una mia amica e le ha divise, mentre mi stavano tenendo per evitare che reagissi, rischiando poi di passare dalla parte del torto". A quel punto sul posto sono arrivati i carabinieri, avvisati dalla signora. I militari hanno chiamato un'ambulanza per accompagnare la bambina al pronto soccorso.

La denuncia

"La mia bambina è stata operata dieci giorni fa di appendicite acuta. In ospedale l'hanno visitata di nuovo e hanno refertato un grosso livido dulla pancia, i graffi sul collo e una gamba gonfia per la caduta. Visto che aveva subìto poco tempo fa un intervento la volevano tenere in osservazione, ma ho chiesto che ci lasciassero andare a casa perchè non avevo a chi lasciare il bambino più piccolo. La mattina dopo siamo tornati in ospedale per un controllo e, per fortuna, non ha subito danni legati all'operazione, anche se comunque ha lividi e graffi e ha avuto 15 giorni di prognosi. Stiamo parlando di una donna adulta che aggredisce e picchia una bambina di 24 chili. É una cosa assolutamente inconcepibile". La signora, dopo le visite mediche, ha sporto denuncia ai carabinieri. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    San Gaudenzio, folla in città per festeggiare il santo patrono

  • Attualità

    Novara, jackpot del Superenalotto sfiorato in città

  • Verbano Cusio Ossola

    Sul treno internazionale con documenti falsi, arrestato dalla polizia di frontiera

  • Cronaca

    Novara, gli agenti scoprono un micro cellulare nascosto in una cella del carcere

I più letti della settimana

  • Blocchi del traffico: l'ordinanza entra davvero in vigore, arrivano le prime multe

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del week end e del ponte di San Gaudenzio

  • E' Gabriele Torno la vittima dell'incidente in montagna in Alto Adige

  • Novara, trovato morto mummificato in casa da oltre un mese

  • Novara, si sente male in banca e muore

  • Incidente in montagna: escursionista novarese muore travolto da una valanga

Torna su
NovaraToday è in caricamento