Novara, scoperta la banda della "truffa del carroattrezzi"

Quattro persone sono state denunciate per truffa dai carabinieri. Come funzionava il sistema

I truffatori chiedevano alle vittime i soldi per il soccorso stradale

Chiamavano i ristoratori dicendo di essere clienti abituali e chiedevano 47 euro per il carroattrezzi. A finire denunciate per truffa sono state quattro persone, tutte italiane: T.A., R.C., S.N. e R.V.

L'inganno era semplice: un uomo chiamava e si spacciava per un cliente abituale del ristorante prescelto, raccondo che il figlio o la figlia si trovavano a poca distanza dal locale con l'auto in panne. Al ristoratore veniva chiesta la cifra di 47 euro per pagare il carroattrezzi, che sarebbe stata restituita poi dall'uomo al telefono il giorno successivo. Il malcapitato consegnava i soldi al giovane che passava poco dopo, ma ovviamente nessuno veniva a ripagare il prestito. 

Finora gli agenti della squadra mobile di Novara hanno individuato sette truffe di questo tipo, ma non si esclude che ci possano essere stati altri casi mai denunciati. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Novara, rapina al punto Snai di via San Francesco: due feriti

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • Incidente a Novara, schianto fra due auto in corso della Vittoria: ragazza incastrata tra le lamiere

Torna su
NovaraToday è in caricamento