Colto sul fatto mentre spaccia: 64enne arrestato dai carabinieri

E' successo a Pombia. L'uomo è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Foto di repertorio

E' stato beccato dai carabinieri mentre spacciava cocaina ed è finito in manette per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

E' successo venerdì sera a Pombia. L'uomo, un 64enne di nazionalità albanese residente in paese, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Arona. Dopo aver assistito allo scambio, infatti, i militari dell'Arma hanno deciso di procedere alla perquisizione domiciliare nei suoi confronti. A fronte dell’esigua quantità di stupefacente rinvenuta, complessivamente due dosi da circa un grammo l’una di cocaina, all’interno dell’abitazione venivano rinvenuti però circa 8mila e 600 euro in contanti, quale provento dell’attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come appurato successivamente dai carabinieri, anche alla luce di dichiarazioni rese da alcuni "clienti", l’uomo avrebbe nel tempo sfruttato casa sua quale "piazza" di spaccio di stupefacenti a soggetti della zona. L’arresto è stato convalidato nella giornata di sabato 2 febbraio presso il Tribunale di Novara e l'uomo è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, guardia del Carrefour muore a soli 33 anni

Torna su
NovaraToday è in caricamento