Borgomanero: al via il progetto "Pane raccolto"

Venti famiglie aiutate per complessive 65 persone. Una ventina di chili di pane distribuito. Sono i numeri dell'iniziativa della rete solidale "Nondisolopane", in collaborazione con Mamre

Venti famiglie aiutate per complessive 65 persone. Una ventina di chili di pane distribuito.

Sono questi i primi numeri del progetto "Pane raccolto", decollato ieri, lunedì 10 marzo, grazie ad alcuni volontari della rete "Nondisolopane" della mensa solidale di Borgomanero situata allo spazio ViGi. Il tutto in collaborazione con Mamre onlus. I referenti sono Gaia Bacchetta e Sergio Vercelli.

"Ci siamo interpellati sulle necessità delle famiglie e delle persone in difficoltà - ha commentato Sergio Vercelli - e abbiamo individuato uno dei bisogni tra i tanti esistenti: quello della raccolta del pane. Così abbiamo contattato le panetterie di Borgomanero, e tutte hanno aderito alla nostra iniziativa".

Le situazioni di povertà ­ evidenti o nascoste, dichiarate o taciute, ­ sono sempre più diffuse nel territorio. "E non riguardano più soltanto ­ - ha aggiunto Gaia Bacchetta ­ - famiglie straniere o in stato di marginalità estrema, ma sono presenti ovunque: sono la conseguenza della perdita del lavoro o dell'impossibilità di trovarne uno, di una malattia, di una separazione o del venir meno dei legami familiari. Circostanze nelle quali ciascuno di noi può trovarsi da un giorno all'altro".

"Abbiamo pensato ­ - ha spiegato Bacchetta - ­ a un piccolo gesto per centrare un obiettivo più ampio: quello di costruire consapevolezza sul disagio economico e sociale delle famiglie. Vogliamo far capire che il nostro benessere non è poi così scontato. Perché unicamente se ci renderemo conto di tutto ciò potremo agire. La consegna del pane non risolve il problema di chi è in difficoltà, ma può far germogliare una solidarietà autentica che non si esaurisce nel semplice gesto del dono, ma si completa nella relazione con l'altro. Un segno concreto di carità".

Uno degli scopi di "Pane raccolto" è educare le persone a un uso responsabile del cibo, così da trasformare il surplus alimentare in ricchezza sociale.

"Per rendere Borgomanero - ha sottolineato Vercelli - un po' più comunità partecipe delle problematiche dei cittadini più disagiati grazie a una concreta rete di solidarietà che valorizza il volontariato".

Il progetto si svilupperà tutti i giorni dal lunedì al venerdì; il pane verrà distribuito nei locali comunali situati in via Molli 13 a Borgomanero dalle 19,30 alle 20,15. Potranno ritirarlo tutti coloro che sono stati segnalati dalla Caritas parrocchiale (in particolare, chi frequenta la mensa o riceve la borsa della spesa) e dall’associazione "Via Molli-Via Cureggio". E' possibile richiedere un apposito tesserino.

"Chiaramente ­ - ha concluso Vercelli ­ - sarà necessario un adeguato periodo di tempo per l'assestamento e per la promozione del servizio, in modo da conoscere meglio la domanda delle persone e delle famiglie rispetto alla raccolta".

Per ulteriori informazioni, gli interessati non devono far altro che contattare la rete "Nondisolopane", o consultare la pagina facebook dell'associazione Compagni di volo e di spazio ViGi - Casa Allegria, o ancora recarsi al centro di ascolto della Caritas in corso Roma 105.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, tre casi probabili a Novara: famiglia in isolamento in ospedale

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Incidente mortale in corso Trieste, il piccolo Achref travolto da una moto mentre era in bicicletta

Torna su
NovaraToday è in caricamento