Meina, cadavere recuperato nelle acque del Lago Maggiore

La vittima è un uomo di 39 anni residente ad Arona

Il corpo senza vita è stato recuperato dai sommozzatori a circa 20 metri di profondità

Tragedia nelle acque del Lago Maggiore a Meina. E' successo nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 12 aprile, quando i vigili del fuoco hanno recuperato un cadavere.

Gli uomini del Comando di Arona sono intervenuti intorno alle 18, dopo l'allarme lanciato da alcuni turisti che hanno visto una persona cadere da una tavola da surf e sparire in acqua. 

La vittima è un uomo di 39 anni di origine albanese e residente ad Arona. Sul posto sono intervenuti anche i sommozzatori da Milano, che hanno recuperato il corpo senza vita dell'uomo intorno alle 20,15 a circa 20 metri di profondità, oltre ad un elicottero dei vigili del fuoco di Malpensa, i carabinieri di Arona e i soccorsi del 118.

Stando alle prime informazioni raccolte sul posto, pare che l’uomo stesse cercando di recuperare un’imbarcazione (pedalò) che aveva perso l’ormeggio, quando è caduto in acqua e non è più risalito.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire il box doccia

  • La ciliegia: il frutto benefico per salute e bellezza

  • I farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • SOS Matrimonio: come vestirsi e cosa non indossare

I più letti della settimana

  • Incidente a Novara, perdono il controllo dell'auto e finiscono nella risaia

  • Novara, cede una grata in cortile: bimbo di cinque anni cade nel vuoto

  • Incidente a Prato Sesia, schianto fra auto e moto: ferito il centauro

  • Lite in strada a Novara: 23enne colpisce coetaneo alla testa con una catena, arrestato

  • Esselunga assume, posizioni aperte anche nel novarese

  • Incidente a Novara, auto si ribalta in vale Roma: ferita una donna

Torna su
NovaraToday è in caricamento