Il Comune di Novara entra nel Cloud con Google Enterprise

L'iniziativa è stata presentata questa mattina, martedì 6 novembre, in città. La soluzione Google Apps for Business consentirà al Comune di risparmiare circa 30mila euro, aumentando considerevolmente i servizi

Il Comune di Novara sarà il primo capoluogo di provincia in Piemonte a lavorare in cloud grazie alla piattaforma Google Apps for Business, la soluzione di Google Enterprise che rende più flessibile e immediato il modo di condividere le informazioni all’interno di un’azienda o di un ente pubblico, ovunque ci si trovi e con ogni dispositivo ci si connetta.

Fin dall’avvio della propria attività, l’amministrazione comunale di Novara ha puntato sull’innovazione dei sistemi It e sull’implementazione di nuove tecnologie per migliorare e rendere più efficienti i servizi ai cittadini. Il Comune ha quindi scelto di entrare nel mondo del Cloud Computing con Google Enterprise per rispondere alla duplice esigenza del contenimento dei costi e del miglioramento dell’efficienza dell’Ente comunale con la
prospettiva di implementare nuovi servizi, senza costi aggiuntivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Google Enterprise fornirà al Comune di Novara il servizio di posta elettronica Gmail, il sistema di condivisione e creazione di documenti Google Docs e di archiviazione e sincronizzazione Google Drive, il tool di gestione delle agende e sistemi di  comunicazione interna istantanea (come chat di testo, voce, video), oltre al potente strumento di Social Network G+, trasversali a tutta la struttura e in dotazione a tutto il personale. Grazie alle Google Apps for Business il Comune potrà rendere più efficace la comunicazione interna fra i diversi settori, migliorando l’interazione tra i dipendenti e il rapporto con i cittadini.

La soluzione cloud di Google Enterprise consentirà al Comune di risparmiare circa 30mila euro l’anno, ma soprattutto di aumentare  considerevolmente i servizi.

L’amministrazione comunale di Novara prevede, inoltre, di implementare, in futuro, la piattaforma Cloud di Google Enterprise per ampliare e rendere ancora più efficienti i servizi ai cittadini introducendo la "georeferenziazione", per raccogliere le segnalazioni degli utenti, e la possibilità di creare siti e canali di comunicazione con associazioni e organizzazioni presenti sul territorio. Tra i possibili sviluppi figurano anche un sistema per l’accesso e la prenotazione online delle strutture comunali (palestre, piscine) per attività collettive e la gestione degli asset interni ed esterni.

L’implementazione dei servizi cloud, sviluppata nell’arco di due mesi - da agosto a settembre - è stata affidata a Injenia, partner italiano di Google, una realtà Ict & Consulting certificata come rivenditore autorizzato di Google Apps for Business.

"Oggi - ha dichiarato il Country manager di Google Enterprise Italy Luca Giuratrabocchetta - il tema del controllo e della riduzione dei costi è uno dei principali driver del mercato, sia per le aziende che per la pubblica amministrazione. La scelta del Comune di Novara, primo in Piemonte e uno dei più grandi 50 Comuni italiani, di dotarsi della piattaforma Google Apps for Business, dimostra come il Cloud Computing rivesta un ruolo chiave in termini di innovazione e miglioramento dell’efficienza della pubblica amministrazione. L’adozione della piattaforma di Google Enterprise consentirà, infatti, ai dipendenti comunali di lavorare in maniera più efficiente e collaborativa, fornendo un migliore servizio ai cittadini. Il mondo della pubblica amministrazione italiana si dimostra ancora una volta innovativo in maniera pragmatica e sostanziale e rimane il più veloce in Europa a dotarsi di queste soluzioni".

"Con questa importante acquisizione tecnologica - ha concluso il sindaco Andrea Ballarè - facciamo un altro passo sulla strada della  modernizzazione della macchina comunale, aumentando la qualità dei servizi per incidere positivamente sulla vita delle persone e sulle potenzialità di sviluppo della città. Assicurare una reale apertura della macchina istituzionale alla partecipazione diretta ed effettiva della popolazione è fondamentale per rendere il Comune un luogo dove costruire nel tempo e in maniera collettiva il 'bene comune'. Gli strumenti operativi e di  comunicazione sono fondamentali perché possono annullare la distanza in modo semplice ed immediato ed aprire un dialogo  spontaneo e continuativo con l’ amministrazione: ecco perché si utilizza in modo diffuso la leva delle tecnologie e degli strumenti del web 2.0 per migliorare la propria performance".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, 5.094 casi in Piemonte: il trend si stabilizza, cauto ottimismo dall'ospedale Maggiore

  • Coronavirus: in Piemonte rimandati bollo, assicurazione, revisione e scadenza dei documenti

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

Torna su
NovaraToday è in caricamento