"Nuares in trè righi e do paroli", torna il concorso letterario dialettale

I partecipanti dovranno scrivere un racconto inedito in dialetto novarese

E' giunto alla settima edizione il premio "Nuares in trè righi e do paroli" indetto dall'associazione Nuares.it in collaborazione con L'Academia del Rison.

I partecipanti dovranno far pervenire entro le 17.00 del 16 dicembre un racconto inedito in uno dei dialetti della Provincia di Novara, corredato, pena l'esclusione, dalla traduzione letterale in italiano che servirà alla giuria solamente per eventuali riscontri sulla versione in dialetto, e da un file audio in cui l'autore leggerà la propria composizione.

La giuria, composta da due membri di Nuares.it, due dell'Academia del Rison e uno del Cenacolo dialettale, eleggerà un vincitore, insignito di una targa ricordo, e sceglierà dieci racconti: gli autori li leggeranno in pubblico durante la cerimonia di premiazione che si svolgerà il 17 gennaio 2016 in occasione della Giornata nazionale del Dialetto e delle Lingue locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un ulteriore premio verrà assegnato all'autore che avrà esposto meglio il proprio racconto: in questo caso la giuria sarà composta da due membri di Nuares.it, due della Compagnia del Gelindo e uno della Famiglia Nuaresa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, 5.094 casi in Piemonte: il trend si stabilizza, cauto ottimismo dall'ospedale Maggiore

  • Coronavirus: in Piemonte rimandati bollo, assicurazione, revisione e scadenza dei documenti

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

Torna su
NovaraToday è in caricamento