Omicidio di Ghemme, uccise la compagna a coltellate: condannato a 30 anni

L'uomo ha ucciso la compagna e poi ha atteso i carabinieri sporco di sangue. Per lui il pm aveva chiesto l'ergastolo

É stato condannato a 30 anni di carcere Eugen Fanel Cimpeanu, lo stalliere 34enne che nella notte del 7 ottobre 2016 ha ucciso la sua compagna, Olga Shugai, con una coltellata. 

La coppia viveva all'interno del maneggio di Ghemme Equi 2000, dove Cimpeanu era assunto. L'uomo ha raccontato ai carabinieri che, al culmine di una discussione, ha afferrato un coltello da cucina e ha dato una violenta coltellata alla gola alla compagna, tanto forte da quasi decapitarla. Poi lo stalliere ha chiamato il 112 e ha atteso l'arrivo dei militari nel cortile del maneggio, in ginocchio, ancora sporco di sangue. 

Per lui il pm Ciro Caramore aveva chiesto l'ergastolo per omicidio volontario aggravato dai maltrattamenti. Maltrattamenti di cui, secondo la difesa, non ci sarebbero prove. Cimpeanu è stato condannato a 30 anni dal gup di Novara Silvana Pucci con una riduzione di un terzo per il rito abbreviato; la difesa ha già annunciato il ricorso in appello. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Novara, rapina al punto Snai di via San Francesco: due feriti

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • Incidente a Novara, schianto fra due auto in corso della Vittoria: ragazza incastrata tra le lamiere

Torna su
NovaraToday è in caricamento