Novara: il consiglio comunale ricorda le vittime delle mafie

La cerimonia si terrà all'Arengo del Broletto, nel corso della seduta in programma per mercoledì 21 marzo. L'iniziativa è stata organizzata dai capigruppo in collaborazione con l'associaizone Libera Novara

Il Comune di Novara ricorda le vittime delle mafie.

Nella "Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie", istituita nel 1996, il consiglio comunale prenderà parte alla commemorazione che vuole ricordare tutte le vittime innocenti della criminalità organizzata.

La decisione è stata presa dai capigruppo dell'assemblea, e la cerimonia si svolgerà durante la seduta del consiglio in programma proprio per mercoledì 21 marzo. L'iniziativa è stata organizzata in collaborazione con l'associazione Libera Novara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori del consiglio si svolgeranno per la prima parte, dalle ore 9,30 alle 13 e dalle ore 14,30 alle 17, nella’aula consiliare di Palazzo Cabrino. Poi i consiglieri si sposteranno nell’Arengo del Broletto, dove si svolgerà la commemorazione. Il momento più emozionante della celebrazione sarà la lettura dei nomi delle vittime della mafia, alla quale parteciperà anche un gruppo di studenti delle scuole medie di Novara.

L’iniziativa deriva dall’applicazione della legge regionale 14/2007 che all'articolo 2 recita: "In memoria delle vittime della criminalità, la Regione istituisce la 'Giornata regionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie', da celebrarsi ogni anno il ventuno di marzo al fine di promuovere l'educazione, l'informazione e la sensibilizzazione in materia di legalità su tutto il territorio".

A livello nazionale la manifestazione si svolgerà a Genova sabato 17 marzo, e il comune di Novara sarà presente con il gonfalone e la partecipazione del delegato del sindaco per la pace, i diritti umani e la nuova cittadinanza, Alfredo Reali. Da Novara partiranno circa 300 persone (5 pullman dalla città, 7 dalla Provincia).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 5.094 casi in Piemonte: il trend si stabilizza, cauto ottimismo dall'ospedale Maggiore

  • Coronavirus: in Piemonte rimandati bollo, assicurazione, revisione e scadenza dei documenti

  • Coronavirus, dopo l'ordinanza della Regione l'annuncio di Conte: chiusa ogni attività produttiva non necessaria

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus: a Novara è morto il prof. Eugenio Inglese, storico medico del Maggiore

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

Torna su
NovaraToday è in caricamento