San Maurizio D'Opaglio, controlli nelle ditte per impedire gli sversamenti

Dopo l'episodio della scorsa settimana controlli ancora più serrati

Dopo gli sversamenti avvenuti domenica scorsa nel Lago D'Orta i carabinieri forestali hanno intraspeso un’intensa attività di controllo su ditte di cromatura metalli e sulle rubinetterie.

Alle operazioni, che proseguiranno anche nelle prossime settimane, stanno partecipando carabinieri forestali di tutte le stazioni delgGruppo di Novara, unità di carabinieri delle stazioni territoriali di Alzo di Pella, Gozzano ed Orta, carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro di Novara e tecnici di A.R.P.A. Novara.

"La gestione illegale degli scarti delle produzioni industriali nel settore delle rubinetterie, per quanto localizzato, presenta ancora una certa diffusività - spiegano i carabinieri - Oltre a rappresentare un grave danno per l’ambiente e per la salute pubblica, causa anche un vulnus economico non secondario, ponendo le aziende che operano nell’illegalità in una sleale posizione concorrenziale nei confronti delle tante aziende che agiscono legalmente. L’azione di controllo proseguirà ulteriormente anche in futuro. Con la presenza sistematica e  puntuale, l’Arma sta operando al fine di debellare definitivamente questo metodo esiziale di smaltimento dei rifiuti, purtroppo, ancora diffuso".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco "vola" con l'auto sopra una rotonda e finisce in un'aiuola davanti alla caserma dei carabinieri

  • Operazione interforze in stazione: chiuso un bar dopo il tentato omicidio, controllate 125 persone

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Presa la "banda del buco", specializzata in svaligiare banche: aveva la base a Novara

  • Cosa fare in città: tutti gli appuntamenti del fine settimana del 12 e 13 ottobre

Torna su
NovaraToday è in caricamento