Discarica di Ghemme, nessun rischio per la salute

Diffusi i dati di uno studio sulla mortalità nell'area della discarica. Analizzati tutti i decessi nella zona tra il 1980 e il 2013

La conferenza stampa di presentazione dei risultati dello studio

"Vogliamo evitare allarmismi, perchè sono ingiustificati". Queste le parole del consigliere provinciale con delega all'ambiente Giuseppe Cremona durante la presentazione dello studio epidemiologico sulle zone limitrofe alla discarica di Ghemme.

Lo studio, realizzato dai ricercatori dell'univresità del Piemonte Orientale Lucio Antonio Palin e Christian Salerno, ha preso in esame le schede di morte di tutti i residente nelle zone di Ghemme e Cavaglio d'Agogna tra il 1980 e il 2013.

In totale sono stati presi in considerazione 1613 decessi nel comune di Ghemme e 1134 a Cavaglio. 

Secondo i dati raccolti e analizzati, l'area presa in esame può essere considerata, dal punto di vista sanitario, in linea con i dati di mortalità regionali. Quindi la discarica di Ghemme non è un pericolo per la salute.

"Abbiamo lavorato per 4 anni alla raccolta e all'analisi dei dati - ha spiegaro il presidente del Consorzio Medio Novarese Enrico Fasoli - per una spesa di 76mila euro. Ci sono solo due verifiche ancora in corso che riguardano 2 casi di leucemia e 5 di neoplasie epatiche, che pptrebbero essere in relazione e contaminazioni precedenti all'apertura della discarica, quando nella zona era stato interrato materiale nocivo.".

Durante la presentazione dei dati è stato anche sottolineato che non ci sono evidenze di contaminazione dell'acqua, anche perchè sotto la discarica con c'è la falda che rifornisce i due comuni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre Arpa svolge continui monitoraggi: da questi è risultato che da quando il Consorzio è subentrato la situazione è migliorata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Cosa fare in città: gli eventi del fine settimana del 4 e 5 luglio

  • Stresa, si masturba davanti ai passanti: 26enne denunciato dai carabinieri

Torna su
NovaraToday è in caricamento