Oleggio Castello, intossicata dal monossido di carbonio in casa: 47enne finisce in ospedale

La donna è stata poi trasferita alla clinica I Cedri di Fara Novarese per un trattamento di ossigeno terapia in camera iperbarica

Foto di repertorio

Ancora un caso di intossicazione da monossido di carbonio nel novarese. Questa volta la vittima è una donna di 47 anni residente a Oleggio Castello, che nella serata di domenica 19 gennaio è stata ricoverata presso la casa di cura I Cedri, a Fara Novarese, per essere sottoposta ad un trattamento di ossigeno terapia iperbarica in regime di emergenza.

Secondo quanto comunicato dalla casa di cura, a causare l'intossicazione domestica da monossido di carbonio sarebbe stata una prolungata esposizione ad un braciere a scopo di riscaldamento.

La donna, dopo aver manifestato sopore e cefalea, è riuscita a recarsi da sola al pronto soccorso dell'ospedale di Borgomanero, dove le è stata diagnosticata un'intossicazione da monossido di carbonio. La 47enne è stata quindi portata a Fara per il trattamento di ossigeno terapia in camera iperbarica, che si è svolto senza complicanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, 5.094 casi in Piemonte: il trend si stabilizza, cauto ottimismo dall'ospedale Maggiore

  • Coronavirus: in Piemonte rimandati bollo, assicurazione, revisione e scadenza dei documenti

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

Torna su
NovaraToday è in caricamento