homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Evade Iva per oltre 400mila euro, nei guai imprenditore vercellese

Nel mirino delle Fiamme Gialle novaresi, un'azienda con sede legae a Milano ma operativa nell'hinterland di Novara. L'uomo, 57 anni, è stato denunciato per omesso versamento di Iva

Guai con le Fiamme Gialle novaresi per un imprenditore vercellese che ha evaso Iva per oltre 400mila euro.

Gli uomini della Guardia di Finanza di Novara, infatti, hanno da poco concluso un'attività ispettiva nei confronti di un'azienda operante nel commercio all'ingrosso di metalli ferrosi semilavorati, con sede legale a Milano, ma operante nell'hinterland del capoluogo novarese e attualmente in liquidazione.

L'attenzione delle Fiamme Gialle si è focalizzata, in particolare, su due aspetti gestionali della società. Il primo riguardava l'avvenuto inserimento, nella dichiarazione annuale dei redditi presentata per l'anno 2011, di 900mila euro di elementi negativi di reddito per perdite su crediti, pur in carenza di elementi certi e precisi. Tale ammontare è stato pertanto ritenuto indeducibile e, conseguentemente, segnalato al competente Ufficio finanziario per il recupero a tassazione.

Il secondo aspetto ha, invece, interessato l'omesso versamento dell'Iva, per lo stesso anno, per oltre 420mila euro. L'imprenditore, 57enne residente in provincia di Vercelli, ha poi effettivamente provveduto ad operare il versamento di Iva, ma solo dopo l’avvio dell’attività ispettiva, in contrasto quindi con la vigente normativa tributaria.

Poiché, inoltre, l’ammontare dell’Iva non versata ha superato l’importo "soglia" di 50mila euro, nonché in relazione al fatto che l’omissione si è protratta ben oltre il termine per il versamento dell’acconto relativo al periodo d’imposta successivo, l’imprenditore è stato segnalato all’autorità giudiziaria meneghina per il reato di pmesso versamento di Iva.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Esce di strada con l'auto e cade in un dirupo mentre si allontana a piedi

    • Cronaca

      Peggiora il tempo, allerta meteo per temporali nel novarese

    • Cronaca

      Furto in un negozio del centro commerciale: migliaia di euro rubati dalla cassaforte

    • Cronaca

      La "Cena in Bianco" diventa solidale con l'amatriciana

    I più letti della settimana

    • Crollano i balconi di una palazzina: paura in via Biroli

    • Via Beltrami, bloccato in auto al passaggio a livello sfonda le sbarre

    • Riapre con una nuova gestione lo storico Caffè Torino

    • Tenta il suicidio gettandosi nel Ticino: salvato da alcuni bagnanti

    • Furto in un negozio del centro commerciale: migliaia di euro rubati dalla cassaforte

    • Bullismo, nuovi sviluppi sul caso del Bonfantini

    Torna su
    NovaraToday è in caricamento