Cultura, la Provincia lancia la rassegna "Un febbraio da non dimenticare"

Cinquanta eventi gratuiti dal 22 gennaio a fine febbraio. In calendario concerti, spettacoli teatrali, cinema e letteratura

Cinquanta eventi per "Un febbraio da non dimenticare". La Provincia di Novara ha presentato oggi la rassegna proposta nell'ambito del Sistema culturale integrato, sostenuto da Fondazione Cariplo. Una rassegna costruita in tempo record partendo dalle idee delle associazioni culturali del territorio, a cui è stato chiesto di presentare dei progetti che comprendessero eventi gratuiti negli ambiti della musica, del teatro, del cinema e della letteratura.

"A dicembre è stato pubblicato un avviso rivolto alle associazioni - ha spiegato il presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi - abbiamo lanciato una ‘sfida’ chiedendo proposte stimolanti ed inedite, anche nei Comuni più piccoli. Sono arrivati 33 progetti,e ne sono stati scelti 15 che hanno dato vita ad una rassegna corposa che proporrà 50 eventi gratuiti in una trentina di Comuni della provincia, da Terdobbiate fino a Colazza".

Il calendario prende il via questo venerdì, 22 gennaio, per concludersi a fine febbraio. Tra i concerti si potranno ascoltare alcuni nomi di punta del nuovo cantautorato italiano come Emidio Clementi dei Massimo Volume a Maggiora il 13 febbraio, Umberto Maria Giardini a Oleggio il 27 febbraio, Daniele Celona al Museo etnografico di Tornaco il 21 febbraio e Giovanni Succi, leader dei Bachi da pietra, protagonista di un reading musicato ad Arona. Ci sarà spazio per la musica classica con il concerto "Caravaggio in musica" dell’Orchestra Carlo Coccia ad Arona, per il blues d’autore, proposto dall’associazione AmenoBlues, per il jazz e il folk protagonisti alla Casa di paglia a Fontaneto. 

Per il teatro spazio all’arte da strada a Castelletto Ticino, dove la Pro loco propone la due giorni di spettacoli "Tanto di cappello". Giocoleria e improvvisazione anche con Dimidimitri che lancia una serie di nuovi spettacoli incentrati sulla giocoleria acrobatica a Terdobbiate, Suno e Briga. Spazio anche per l’impegno sociale con lo spettacolo "Padroni delle nostre vite" il 17 febbraio a Novara dedicato all’antimafia e per le tradizioni locali con le proposte dell’associazione Persona allo chalet di Villa Faraggiana a Meina, Maggiora e Novara con la minirassegna "La mia pianura… ha le montagne".

La proposta cinematografica darà spazio anche ai cortometraggi e ai documentari, grazie all’esperienza di Asilo Bianco che propone eventi collegati alla rassegna Corto e fieno ad Ameno, Colazza e Briga, oltre che in diverse scuole superiori. Numerosi anche gli appuntamenti letterari: l’associazione La Finestra sul lago propone una serie di incontri dedicati ai classici della letteratura, con degustazioni nelle cantine dei Colli novaresi. C’è spazio anche per la poesia performativa con Francesca Genti e il suo Juke box all’ossigeno e Manuela Dago con un reading musicale a Cameri per San Valentino, sempre a Cameri è previsto anche un laboratorio sulla rilegatura artigianale. Per i bambini e genitori, Centro novarese di studi letterari propone un ricco calendario di laboratori nei paesi dell’Est Sesia, con Anna Lavatelli e altri autori.

Partner del progetto l'Atl di Novara: "Le associazioni hanno dimostrato un buon dinamismo proponendo progetti interessanti ed eterogenei - ha commentato la presidente di Atl Maria Rosa Fagnoni - che certamente richiameranno pubblico non solo novarese in un periodo dell’anno tradizionalmente non così attrattivo per i turisti. Tutti gli eventi sono gratuiti e si rivolgono a diverse fasce di pubblico, dai bambini, ai ragazzi, agli adulti. Una bella avventura da iniziare e da continuare, si spera, in seguito".

Per tutto febbraio, e con una appendice anche nel mese di marzo, la Sala Casorati di Novara, luogo recuperato proprio grazie al contributo del Sistema culturale, ospiterà la mostra "Donne di seta" dedicata a storia, tecnica e letteratura nelle collezioni di abiti antichi nel Novarese e nei miti di celluloide, con una serie di eventi collaterali (proiezioni cinematografiche di richiamo, conferenze, musica) curati dall’associazione Progetto Tanzio, insieme all’Archivio di Stato e ad altri partner.

Le associazioni culturali che hanno beneficiato del contributo (complessivamente sono stati stanziati 30mila euro, che copriranno fino all’80% del costo complessivo dei progetti) sono: AmenoBlues, Asilo Bianco, Associazione Ettore Marcoli, Asap-As Simple As Passion, Free Tribe, Pro loco Castelletto, Centro Novarese studi letterari, Associazione Progetto Tanzio, Amici di Prato Sesia, La Finestra sul lago, Associazione Persona, Dimidimitri, Associazione Studenti universitari 6023, Associazione Achilometrozero/Casa di paglia, Orchestra Carlo Coccia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 5.094 casi in Piemonte: il trend si stabilizza, cauto ottimismo dall'ospedale Maggiore

  • Coronavirus: in Piemonte rimandati bollo, assicurazione, revisione e scadenza dei documenti

  • Coronavirus, dopo l'ordinanza della Regione l'annuncio di Conte: chiusa ogni attività produttiva non necessaria

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus: a Novara è morto il prof. Eugenio Inglese, storico medico del Maggiore

Torna su
NovaraToday è in caricamento