"Mia figlia disabile è ignorata dalla scuola: perchè si gioca con il suo futuro?"

La lettera della madre di un'alunna del liceo linguistico Carlo Alberto "Mia figlia ha delle potenzialità, perché non vengono valorizzate?"

"Sono la madre di Désirée, una ragazza con disabilità regolarmente iscritta dal 2013 al Liceo Linguistico Carlo Alberto di Novara. Vi scrivo perché vorrei sapere se è corretto che la scuola si permetta di non vedere e di ignorare una alunna disabile iscritta". Inizia così la lettera di una madre, che vuole raccontare cosa sta capitando alla figlia a scuola.

La ragazza è iscritta dal 2013 al liceo linguistico, ma da allora, come racconta la madre, non ha mai ricevuto un piano educativo individualizzato. Désirée infatti risulta, secondo l'ultima diagnosi, disprassica: avrebbe perciò diritto ad un "programma" scolastico personalizzato, che prevede, tra le altre cose, il diploma con obiettivi minimi.

Invece la signora racconta che la figlia non ha un piano personalizzato, ma il carico di lavoro assegnato alla ragazza è uguale a quello di tutti gli altri. Il risultato sono brutti voti e una bocciatura. 

"Ma questo Liceo non si è ancora accorto di avere Désirée iscritta già dal 2013? - si chiede la madre - Désirée ha delle potenzialità e perché non vengono valorizzate? Perché in questo lstituto non vogliono sentir parlare di percorso didattico basato sul perseguire il diploma con gli obbiettivi minimi? Perché la si sottopone a rispondere al programma normale torturandola e non permettendole di far emergere le sue capacità con positivi risultati? Da quanto sappiamo, il Servizio di Neuropsichiatria ha comunque avuto contatti con la scuola già dal primo anno di liceo. Perché questo istituto non ha ascoltato il servizio di Neuropsichiatria? Ma come si può trattare una alunna disabile al pari degli altri alunni sapendo benissimo che il metodo didattico è lesivo e peggiorativo alla condizione di mia figlia?"

"Come posso accettare voti bassi e bocciatura sapendo che mia figlia subisce da alcuni docenti un metodo didattico assolutamente inadeguato alle sue caratteristiche?" E conclude "Désirée è arrabbiata e disorientata da tutto quello che le capita ormai da due anni e mezzo e sta perdendo motivazione. Perchè si sta giocando con il futuro di mia figlia?"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Novara, rapina al punto Snai di via San Francesco: due feriti

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • Incidente a Novara, schianto fra due auto in corso della Vittoria: ragazza incastrata tra le lamiere

Torna su
NovaraToday è in caricamento