Oropa, si finge prete e celebra messa nel santuario: a processo ex carabiniere

La vicenda risale a 4 anni fa. Ora l'uomo è accusato di sostituzione di persona

Il noto santuario di Oropa, nel biellese

"Buongiorno, sono don Diego e vorrei celebrare messa nella Basilica Antica". Devono essere state più o meno queste le parole con cui il 23 luglio del 2013 un biellese di 44 anni si è presentato al rettore del santuario di Oropa.

L'uomo ha detto di essere un cappellano militare in servizio nel battaglione dei carabinieri di Moncalieri e di tener molto a celebrare una messa all'interno del notissimo santuario. Durante la funzione religiosa però il rettore, don Michele Berchi, si è insospettito e ha deciso di chiamare i carabinieri per chiarire l'identità dell'uomo. Ne è venuto fuori che "don Diego" era un carabiniere sospeso dal servizio e soprattutto non era mai stato ordinato sacerdote.

Ieri, giovedì 6 luglio, si è aperto il processo al finto prete: è accusato di sostituzione di persona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, tre casi probabili a Novara: famiglia in isolamento in ospedale

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Incidente mortale in corso Trieste, il piccolo Achref travolto da una moto mentre era in bicicletta

Torna su
NovaraToday è in caricamento