Omicidio trans a Novara: chiesa gremita per l'addio a Bruna

Si sono svolti questo pomeriggio, lunedì 12 marzo, i funerali di Willian Cock Semiao, ucciso lo scorso 28 febbraio nei pressi del canile della città. La cerimonia è stata organizzata dall'associazione novarese "Liberazione e Speranza"

Era una chiesa gremita quella che oggi pomeriggio, lunedì 12 marzo, a Novara ha salutato per l'ultima volta Willian Cock Semiao, ucciso con due colpi di pistola lo scorso 28 febbraio.

La funzione è stata organizzata dall'associazione "Liberazione e Speranza" ed è stata celebrata da sei sacerdoti nella chiesa di San Francesco. Alla cerimonia hanno preso parte amici e amiche di Bruna (questo il nuovo nome del 31enne brasiliano), alcuni rappresentanti della comunità sudamericana novarese e numerosi cittadini.

"Vorremmo che uscendo da questa chiesa - hanno commentato le operatrici dell'associazione novarese, che dal 2000 si occupa delle vittime dello sfruttamento sessuale - ogni persona, ogni singola persona, fosse in grado di avvertire di essere cambiata almeno un poco. Perché mette al bando ogni forma di stigmatizzazione nei confronti di chi soffre per laceranti scissioni fra lo status sessuale biologico e il vissuto psicologico. Perché nutre un sincero e non formale rispetto nei confronti delle persone transessuali, perché dà il suo contributo affinché nessuno si permetta di mettere alla berlina persone come Bruna e le sue amiche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E gli assassini di Bruna, Paolo Gnemmi ei Rocco Timpano, restano in carcere dopo aver confessato l'omicidio, i cui risvolti sono ancora da chiarire. Secondo quanto raccolto finora dagli inquirenti, infatti, il movente del delitto sembra essere una rapina andata male, ma non si può ancora escludere che quanto accaduto possa essersi verificato proprio perchè la vittima era una transessuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • "Fase" 2 | Sì a sport, passeggiate e montagna: tutte le regole in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte mascherine obbligatorie anche all'aperto per il ponte del 2 giugno

  • Cameri, tutti a guardare il cielo per l’atterraggio delle Frecce Tricolori

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento