Novara, portano francobolli imbevuti di Lsd in carcere al figlio: genitori a processo

Due episodi in cui madre e padre avrebbero fatto arrivare la droga nella casa circondariale

Avrebbero fatto arrivare al figlio francobolli imbevuti di Lsd pensando che in carcere non se ne accorgesse nessuno.

Sono due gli episodi contestati ad una coppia di genitori che, nel 2014, mentre il figlio di 27 anni si trovava detenuto nel carcere di Novara, avrebbero consegnato la droga cercando di sfuggire ai controlli, come riporta La Stampa. La prima volta madre e padre, secondo la Procura, avrebbero spedito i francobolli intrisi di Lsd via posta nel novembre del 2014, mentre il secondo episodio sarebbe avvenuto la settimana successiva, con una consegna a mano durante una visita.

Gli agenti di polizia penitenziaria però si sono accorti del traffico: qualche settimana dopo, durante una prequisizione, a casa della coppia erano stati trovati anche altri francobolli "drogati". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora madre e padre sono a processo con l'accusa di cessione di droga: a testimoniare è stato chiamato proprio il figlio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Incidente a Novara, auto si schianta contro un dehors in via Pontida

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Incidente a Paruzzaro: schianto tra auto e camion, un ferito grave

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

Torna su
NovaraToday è in caricamento