Fuori pericolo l'uomo che ha ucciso il figlio disabile e tentato il suicidio

Il dramma si è consumato a Vespolate. Il padre è ricoverato in ospedale, le sue condizioni però non risultano gravi

Il palazzo di via Garibaldi dove si è consumata la tragedia

Non è in gravi condizioni il padre che ha ucciso il proprio figlio e ha tentato di togliersi la vita.

L'uomo, un 50enne, ha soffocato il ragazzo, classe 1994, e ha aperto il gas per cercare di suicidarsi. A lanciare l'allarme ieri sera è stato un parente, che era preoccupato per non avere avuto notizie dei due.

Il padre si trova ora all'ospedale Maggiore di Novara, piantonato dai carabinieri che stanno ancora svolgendo le indagini per chiarire la dinamica dell'accaduto. Le sue condizioni sarebbero buone, non gravi come si era creduto inizialmente.

Il giovane, disabile psichico, era ospitato in una struttura in provincia: tornava a casa solo nel fine settimana. L'anno scorso la madre era morta a causa di un tumore.

Potrebbe interessarti

  • Asl di Novara, arriva l'app per prenotare le visite on line

  • Le acconciature giuste in base alla forma del viso

  • I benefici del magnesio

  • Come pulire il box doccia

I più letti della settimana

  • Mottarone, è un 35enne di Galliate il motociclista morto nell'incidente

  • Incidente a Romentino | Auto prende fuoco in officina: due persone gravemente ustionate

  • Colpo da 20mila euro in banca, poi lo shopping a Novara: arrestato 21enne

  • Incidente sul lavoro a Malpensa, morto un operaio di 49 anni

  • Allerta maltempo a Novara per forti temporali e grandine

  • Attenzione al cellulare alla guida: arrivano anche a Novara gli agenti in moto in borghese

Torna su
NovaraToday è in caricamento