Gioco illegale, centinaia di slot machine sequestrate: perquisizioni anche nel novarese e nel Vco

Le macchine non erano a norma e venivano spacciate come "dispositivi medicali contro la ludopatia"

Importante operazione contro il gioco illegale in tutta Italia che ha coinvolto anche il novarese e il Vco.

La Guardia di Finanza in collaborazione con la Polizia di Stato ha scoperto un'organizzazione criminale che aveva installato centinaia di apparecchi del tutto simili a slot machine, ma che in realtà non avevano alcuna autorizzazione né il collegamento con la rete telematica dello Stato, perché spacciati per fantomatici "dispositivi medicali contro la ludopatia".

Gli agenti hanno provveduto al sequestro di centinaia di videoslot in Piemonte, tra Novara, Verbania, Torino e Vercelli, Calabria, Emilia Romagna e Toscana. Cinque le persone indagate.

Gli apparecchi illeciti, in sostanza, si differenziavano da quelli legali unicamente per il fatto che accettavano gettoni al posto di monete. Non venivano però garantite le probabilità di vincita fissate esplicitamente dalle norme di settore ed essendo scollegate dalla rete telematica dello Stato evadevano completamente il pagamento delle imposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, uomo trovato morto su una panchina

  • Incidente a Novara: schianto tra due auto all'incrocio, un ferito

  • Morta dopo un intervento alla clinica San Gaudenzio, sarà eseguita l’autopsia

  • San Gaudenzio e il miracolo delle rose

  • Scomparsa 17enne di Novara: appello a "Chi l'ha visto?" per Evelyn

  • Novara, il bimbo ha fretta di nascere: mamma partorisce in ambulanza

Torna su
NovaraToday è in caricamento