Novara, detenuto in isolamento incendia la cella

Gli agenti di polizia penitenziaria hanno salvato il 22enne e gli altri detenuti dal rogo

Era stato trasferito in isolamento per un provvedimento disciplinare e ha deciso di incendiare il materasso della sua cella.

Il fatto sarebbe accaduto giovedì 22 novembre intorno alle 13 nel carcere di via Sforzesca, come racconta il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria. Il detenuto, 22enne, condannato in via definitiva e con termine della pena nel 2019, avrebbe incendiato non solo il materasso, ma anche lo sgabello e l'armadietto. Gli agenti della polizia penitenziaria sono intervenuti immediatamente e sono riusciti a mettere in salvo il 22enne e a spegnere le fiamme prima che si propagassero. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Stanno aumentando gli episodi di intolleranza e di violenza nella popolazione detenuta nel distretto Piemonte Liguria e Valle d’Aosta  - dice il  segretario generale dell'organizzazione sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria Leo Beneduci - rispetto alla percezione da parte dei detenuti di una sostanziale impunità nei provvedimenti che gli organi dell’amministrazione penitenziaria dovrebbero
assumere per reprimere o prevenire gli eventi, che in misura crescente, rendono l’attuale condizione del sistema penitenziario italiano tra le più pericolose degli ultimi anni. Le denunce del sindacato ad oggi non hanno ottenuto che la sostanziale indifferenza non solo da parte dei vertici dell’amministrazione penitenziaria, ma anche dalla politica governativa che in materia di carceri abbandona completamente la polizia penitenziaria al proprio destino, obbligando le donne e gli uomini del corpo a rivolgersi agli organi della giurisdizione europea fino ad oggi interessati alle gravissime condizioni delle carceri italiane solo dal punto di vista dei detenuti e non del personale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

Torna su
NovaraToday è in caricamento