In fiamme il minimarket indiano di viale Manzoni: in manette il titolare

L'uomo è accusato di aver appiccato l'incendio

Immagine di repertorio

Fiamme nella notte tra giovedì e venerdì in viale Manzoni a Novara. Ad andare a fuoco, un minimarket gestito da cittadini indiani.

Secondo quanto stabilito dagli agenti della scientifica, giunti sul posto con polizia e vigili del fuoco, si è trattato di un incendio doloso , appiccato dal titolare dell'attività commerciale, che è finito in manette.

L'incendio

Il rogo si è sviluppato nello scantinato adibito a magazzino, dal quale si accede, attraverso una scala interna, al negozio. Proprio sulla scala gli agenti hanno trovato diversi cubetti di "Diavolina", un acceleratore usato per accendere il fuoco. Inoltre, nel locale adibito alla vendita erano presenti più cataste di mobili di legno, posizionati in modo da far sviluppare più velocemente il fuoco. La porta del locale, infine, era aperta, con la chiave inserita nella serratura dal lato esterno, mentre una delle vetrine era andata in frantumi, a causa delle fiamme.

Fortunatamente l'incendio è stato subito spento dai vigili del fuoco, che hanno così evitato gravi conseguenze per i residenti della palazzina, che non possiede scale di sicurezza: il titolare del negozio,nel preparare gli inneschi, li aveva infatti posizionati non solo nello scantinato, ma anche al piano terra, proprio in prossimità di una derivazione dell’energia elettrica.

Il racconto dei testimoni

Sul posto erano presenti tre testimoni, uno dei quali aveva allertato le forze dell'ordine, che hanno raccontato agli agenti della Squadra mobile di aver visto un uomo di origine indiana sopraggiungere a piedi e entrare nel negozio, subito dopo  hanno visto arrivare un furgone, la vetrina andare in frantumi, e l'uomo uscire e salire sul furgone che si è allontanato rapidamente.

L'arresto del responsabile

L'uomo altri non era che il gestore del negozio, marito dell'intestataria della licenza. Rintracciato, è stato interrogato dagli agenti, ai quali ha ammesso la propria responsabilità: avrebbe dato fuoco al negozio per incassare il premio dell'assicurazione, gonfiando spropositatamente il valore della merce presente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo è stato quindi arrestato per il reato di incendio e per furto aggravato di energia elettrica, in quanto aveva realizzato un allaccio fraudolento tra il contatore Enel e quello del negozio, bloccato da oltre un anno per morosità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento