Ecco "Carpe Diem", associazione culturale a tutto tondo

A tu per tu con Pasquale Fierro, presidente dell'associazione nata pochi mesi fa. "Abbiamo voluto creare un'associazione che coinvolgesse giovani e adulti per discutere temi fondamentali per il territorio e per la nostra Italia"

"Carpe Diem" è nata lo scorso gennaio ed è un'associazione che promuove eventi a difesa della donna e dei più deboli. Ma non solo: il suo scopo è anche quello di riunire giovani e adulti attorno ad uno stesso tavolo e affrontare compatti dibattiti a carattere culturale, sociologico e storico.

A parlerne a NovaraToday è il presidente della stessa: Pasquale Fierro. "Era da tempo - esodisce Fierro - che auspicavo che ci fosse in zona un'associazione del genere: un'associazione che riunisca giovani e adulti accomunandoli dal dialogo, la voglia di mettersi in gioco e di battersi per la difesa dei di donne, deboli e della cultura della difesa più in generale".

Come e quando è nata l’idea di fondare questa associazione? Con quale scopo? Perché Carpe Diem?
L’idea é nata insieme all' attuale vicepresidente dell'associazione e grandissimo amico Filippo Invernizzi  durante una cena tra amici. La nostra convinzione è che mancasse sul territorio novarese, un’associazione che coinvolgesse e raggruppasse giovani e adulti dando loro spazio di dibattito sui temi fondamentali, dalla cultura, alla società, al volontariato, che guardassero tanto al nostro territorio quanto alla nostra nazione. Ci siamo prefissati uno scopo ben preciso: cioè di creare un’associazione apolitica fondata su valori liberali, democratici e sul senso della famiglia che avesse come fine ultimo quello di realizzare qualcosa di concreto.

Quante persone hanno aderito all’associazione? Più donne o uomini?
L’associazione nei suoi primi mesi di vita (è nata lo scorso gennaio, n.d.r) ha riscosso molto successo: numerosi giovani si sono avvicinati incuriositi, altri si sono iscritti. Ad oggi siamo 15 soci di cui circa la metà sono donne. Tutto questo per noi è un successo che da tre mesi siamo motivati e vogliamo continuare sulla strada intrapresa fin'ora.

Le battaglie, gli eventi che oganizzate e svolgete sono solo a livello territoriale?
Non precludo, anzi auspico in futuro un rafforzamento nelle collaborazioni tra la mia ed altre associazioni su tutto il territorio regionale e perchè no anche nazionale. Il mio sogno è quello di avere sedi dislocate di "Carpe Diem" in ogni città. Il progetto è grande ed è per questo che chiediamo e ci serve l’aiuto di molti: le nostre porte sono aperte a tutti coloro che decideranno aderire

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Che eventi avete promosso e quali sono quelli che avete intyenzione di pomuovere nei prossimi mesi?
Fino ad ora abbiamo promosso diversi eventi differenti sia per scopi che per tipologia che ci hanno permesso di farci conoscere a tutto tondo sul terrtorio. Primo fra tutti "Carpe Diem in favore delle donne": evento che per il significato intrinseco, la difesa delle donne, ha avuto un ottimo riscontro da parte delle partecipanti. Carpe diem ha poi preso parte partecipando attivamente al corteo nazionale contro la vivisezione svoltosi a Torino con grande successo: tante le persone che, insieme ai propri animali, hanno urlato “No alla vivisezione”.  Ultimo evento, solo per ora - assicura Fierro - la Cena di Carpe Diem, serata durante la quale, in compagnia di soci e non, è stata presentata l’associazione e si è discusso di eventi futuri.  Quali progetti in ballo ora? Stiamo lavorando per organizzare una conferenza sul territorio in merito al dibattito "sulla vivisezione e sui metodi alternativi" che contiamo si possa organizzare in tempi brevi. Daremo al più presto dettagli in merito perchè auspichiamo in una massiccia partecipazione da parte della cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Cosa fare in città: gli eventi del fine settimana del 4 e 5 luglio

  • Stresa, si masturba davanti ai passanti: 26enne denunciato dai carabinieri

Torna su
NovaraToday è in caricamento