Intossicati in casa da una stufa a legna rischiano di morire

Due persone sono state curate in camera iperbarica a Fara per avvelenamento da monossido di carbonio

Repertorio

Sarebbe stata una stufa a legna difettosa a provocare l'intossicazione di due persone, che hanno rischiato di morire in casa.

É successo ad Alessandria, dove padre e figlia sono finiti al pronto soccorso mercoledì 9 gennaio con gravi sintomi da avvelenamento da monossido di carbonio. La ragazza di 27 anni e il padre di 62 anni, originari della Repubblica Domenicana, hanno accusato malessere, cefalea, vomito e anche disturbi del ritmo cardiaco. Entrambi sono stati trasferiti alla casa di cura Habilita I Cedri di Fara Novarese, dove sono stati trattati d'urgenza in camera iperbarica con ossigeno terapia. Il trattamento di ossigeno terapia è stato eseguito con una certa difficoltà per la scarsa capacità di compensazione di uno dei due. Dopo il trattamento la ragazza e il padre sono stati tenuti sotto osservazione in ospedale. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente in tangenziale a Novara: code e traffico in tilt

  • Verbano Cusio Ossola

    Piedimulera: litiga con una donna, la minaccia e l'aggredisce per strada

  • Verbano Cusio Ossola

    Verbania, 34enne sparito da giorni: appello a "Chi l'ha visto?"

  • Incidenti stradali

    Incidente a Trecate: perde il controllo dell'auto, esce di strada e si ribalta

I più letti della settimana

  • Bellinzago, 44enne trovato morto nella sua casa

  • Blocchi del traffico: l'ordinanza entra davvero in vigore, arrivano le prime multe

  • Nuovi autovelox in arrivo a Novara: ecco dove e quando

  • Trenord cerca personale, 200 posti di lavoro disponibili: come candidarsi

  • Novara, entra in casa della ex con un machete e cerca di uccidere lei e i familiari

  • Incidente a Borgomanero, pedone travolto da un'auto: è grave

Torna su
NovaraToday è in caricamento