Intossicati in casa da una stufa a legna rischiano di morire

Due persone sono state curate in camera iperbarica a Fara per avvelenamento da monossido di carbonio

Repertorio

Sarebbe stata una stufa a legna difettosa a provocare l'intossicazione di due persone, che hanno rischiato di morire in casa.

É successo ad Alessandria, dove padre e figlia sono finiti al pronto soccorso mercoledì 9 gennaio con gravi sintomi da avvelenamento da monossido di carbonio. La ragazza di 27 anni e il padre di 62 anni, originari della Repubblica Domenicana, hanno accusato malessere, cefalea, vomito e anche disturbi del ritmo cardiaco. Entrambi sono stati trasferiti alla casa di cura Habilita I Cedri di Fara Novarese, dove sono stati trattati d'urgenza in camera iperbarica con ossigeno terapia. Il trattamento di ossigeno terapia è stato eseguito con una certa difficoltà per la scarsa capacità di compensazione di uno dei due. Dopo il trattamento la ragazza e il padre sono stati tenuti sotto osservazione in ospedale. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Verbano Cusio Ossola

    Verbania, due escursionisti dispersi in Val Grande da due giorni

  • Cronaca

    Novara, compaiono manifesti abusivi per "celebrare" i 100 anni del fascismo

  • Incidenti stradali

    Incidente a Novara in via Pavesi, ciclista travolto alla rotonda dell'Esselunga

  • Verbano Cusio Ossola

    Omegna, dimentica di tirare il freno a mano: auto finisce nel Lago D'Orta

I più letti della settimana

  • Verbania, si sente male e muore a soli 22 anni

  • Incidente mortale a Verbania: famiglia travolta sul ponte di Intra

  • All'outlet di Vicolungo apre "Antonino: Il Banco di Cannavacciuolo"

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del fine settimana del 23 e 24 marzo

  • Novara: entra a casa della ex, lei chiama la polizia ma lui le strappa il telefono

  • Maxi vincita al Gratta e Vinci: a Crevoladossola vinti 500mila euro

Torna su
NovaraToday è in caricamento