Intossicato dal monossido di carbonio, rimane due giorni svenuto in casa

I vigili del fuoco hanno sfondato la porta visto che l'uomo non dava notizie di sè

Repertorio

É rimasto due giorni in casa, in stato di semi incoscenza, prima che i vigili del fuoco entrassero e lo salvassero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo, un 42enne originario dell'Uruguay, è stato trovato disteso a terra nel suo appartamento di Aosta dopo che non dava notizie di sè da un paio di giorni. Il 42enne è stato portato al pronto soccorso per un'intossicazione da monossido di carbonio, forse provocata da un impianto di riscaldamento difettoso, e poi da qui trasferito d'urgenza nella notte di giovedì 22 novembre alla casa di cura Habilita I Cedri di Fara Novarese, dove è stato trattato in camera iperbolica, visto che aveva dolori al torace e vertigini. Il paziente è stato ricoverato nella struttura, in attesa di un altro trattamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

Torna su
NovaraToday è in caricamento