Siccità, il Lago Maggiore si abbassa di 5 centimetri al giorno

La principale causa è la necessità di portare più acqua alla pianura per le coltivazioni

Il fiume Ticino in secca qualche mese fa

Il Lago Maggiore si abbassa con l'impressionante ritmo di circa 5 centimetri al giorno. La siccità, che ha tartassato nelle scorse settimane il centro e il sud Italia, rischia di provocare danni anche nel nord del Piemonte, dove fino ad ora non ci sono stati problemi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I motivi per cui il lago ha sempre meno acqua sono diversi: il principale è sicuramente la necessità di irrigare la pianura. Il Maggiore infatti rifornisce d'acqua il Ticino, da cui partono una serie di canali e sistemi di irrigazione che portano l'acqua nelle risaie e nei campi. Con la scarsità di pioggia degli ultimi mesi la richiesta idrica per le coltivazioni si è fatta sempre più alta, con il risultato che il Ticino "richiede" più acqua al lago. L'assenza di precipitazioni poi ha fatto sì che negli ultimi 8 mesi circa il lago non abbia ricevuto una scorta di acqua sufficiente, provocando un bilancio idrico in rosso: dal Maggiore esce più acqua di quella che entra. Il continuo abbassamento del livello del lago ha portato anche a conseguenze dal punto di vista della navigazione, visto che da qualche giorno l'aliscafo non può più fermare all'Isola Madre per la ridotta altezza del fondale. I temporali di queste ore porteranno un leggero miglioramento, ma in assenza di piogge consistenti la situazione rimarrà critica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

  • "I malati di coronavirus potrebbero essere curati a casa, ma non ci sono i farmaci". Il racconto di un medico di base novarese

Torna su
NovaraToday è in caricamento