Niente neve in Piemonte, Cota pensa allo stato di calamità

Lo ha annunciato il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota. Per molte stazioni sciistiche piemontesi, infatti, è vera e propria crisi. Cota: "Dobbiamo verificare i dati"

Il 2012 è appena iniziato, ma si conferma già come anno nero per le stazioni sciistiche piemontesi.

Fa ancora troppo caldo e continuano a scarseggiare le precipitazioni nevose in montagna, tanto che la Regione Piemonte sta pensando di chiedere lo stato di calamità per le stazioni sciistiche del Piemonte penalizzate dall'assenza di neve.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dobbiamo verificare i dati - ha annunciato il governatore Roberto Cota -, se sarà necessario inoltreremo questa richiesta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Coronavirus: in Piemonte mascherine obbligatorie anche all'aperto per il ponte del 2 giugno

  • Cameri, tutti a guardare il cielo per l’atterraggio delle Frecce Tricolori

  • Novara, le mascherine gratuite si ritirano in farmacia

  • Domodossola: addio alla pianista Alice Severi, ex bambina prodigio della musica

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento