Riso e pesticidi: maxi sequestro da parte dei Nas nel vercellese

90 le tonnellate sequestrate, stilate in sei silos. Secondo le indagini i chicchi di riso erano stati strattati con un potente agrofarmaco perchè infestati da parassiti

90 tonnellate di riso sequestrate perchè trattate con pesticidi.

L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri del Nucleo antisofisticazione di Torino; il materiale in questione era stilato in sei silos nel vercellese ed era stato lavorato con un potente agrofarmaco, che si utilizza solitamente per la disinfestazione dei locali vuoti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo le prime indagini, i chicchi di riso erano infestati da parassiti, che erano stati poi eliminati con l'uso del pesticida. Sono ora in corso da parte dei Nas gli accertamenti per determinare la quantità di prodotto che sia stata già immessa nel mercato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, dal 3 giugno niente più mascherina obbligatoria all'aperto in Piemonte

  • Le spiagge più belle del Lago D'orta

  • Tragedia a Romagnano Sesia, 22enne annegato nel Sesia

  • Coronavirus, +57 positivi in Piemonte: stabile la situazione a Novara, ma c'è un decesso

  • Tragedia a Cerano, i vigili del fuoco entrano in casa e trovano un 58enne morto

  • Le spiagge più belle del Lago Maggiore

Torna su
NovaraToday è in caricamento