Arona: lettera di minaccia al primo cittadino Alberto Gusmeroli

"Lei deve sospendere tutti gli altri lavori che fa, e faccia il sindaco altrimenti presto andrà in carrozzina": è il messaggio recapitato al sindaco della città, che non si lascia intimidire e risponde. "Chi mi conosce - dice - sa quanto io lavoro per Arona"

Minacce? No grazie.

E' questa la risposta del sindaco di Arona Alberto Gusmeroli al messaggio intimidatorio ricevuto nelle scorse ore, e pubblicato sulla sua pagina personale di Facebook.  "Lei deve sospendere tutti gli altri lavori che fa - si legge nella lettera minatoria - e faccia il sindaco altrimenti presto andrà in carrozzina".

Analoga comunicazione è stata inoltre inviata all'assessore all'Ambiente Federico Monti.

"Il clima politico aronese - ha commentato l'accaduto il primo cittadino - negli ultimi quattro mesi si è arroventato: abbiamo assessori che subiscono pressione psicologica e devono fare outing senza aver fatto nulla di cui vergognarsi, continui volantini sulle stesse cose a dire falsità, come sulla riapertura gratuita della Rocca e l’acquisizione di Metropark, due dei tanti risultati eccezionali a favore di tutta la città, come molti altri risultati di due anni credo mai visti ad Arona. E ancora: volantini anonimi nelle buche delle lettere di disprezzo di un assessore che non hanno a che fare con il confronto politico, volantini di fantomatici aderenti a partiti con continui attacchi personali. In generale sembra che il confronto politico non si faccia sulle idee, ma sul dileggio e disprezzo delle persone. In tutto ciò, il caldo poi porta qualcuno a sentirsi autorizzato a spedire una lettera di minacce e insulti all’assessore Monti e una lettera di minaccia al sindaco".

"Io, e tutti quelli che sono con noi - ha aggiunto Gusmeroli - abbiamo raccolto la sfida di cambiare una città, abbiamo fatto una campagna elettorale mai vista in Italia con quattro mesi di gazebo e 40 giorni a parlare con la gente. E ora amministriamo nello stesso modo, con la gente, ascoltando la gente, non i potentati. Io non mi ritrovo in continui attacchi personali. Io, noi abbiamo sempre caratterizzato la nostra politica più sul fare bene, mai insultando l’avversario, riconducento, se possibile, tutto al confronto di idee. Chi mi conosce sa quanto io lavoro per Arona. Quanto noi lavoriamo a favore della città, sa che non demordo, che non mi faccio intimorire, che se credo in qualcosa vado fino in fondo, con coraggio e passione, che sono un uomo libero e che guarderò sempre all’interesse generale della città, che difenderò sempre le mie persone care (che siano familiari, assessori, consiglieri o cittadini, anche l’ultimo dei cittadini se ha ragione) contro tutto e tutti".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Assalto nella notte alla San Paolo a Trecate: i ladri fanno esplodere il bancomat

  • Cronaca

    Fiamme in autostrada: camion prende fuoco sulla Torino-Milano

  • Cronaca

    Omicidio di Ghemme, uccise la compagna a coltellate: condannato a 30 anni

  • Cronaca

    Cadavere mummificato trovato in casa, era morto da mesi

I più letti della settimana

  • Novara, meccanico prova la Ferrari di un cliente e finisce in una risaia

  • Contestazioni Novara calcio, la polizia carica i tifosi

  • Incidente in corso della Vittoria, ciclista travolto alla rotonda dell'Esselunga

  • Supermercati Tigros, decine di posizioni aperte: come candidarsi

  • Borgomanero: stroncato a 53 anni da leucemia fulminante

  • Cosa fare in città: tutti gli appuntamenti del fine settimana del 21 e 22 aprile

Torna su
NovaraToday è in caricamento