E' morto il partigiano "Leo", addio a Carlo Grossini

Sindaco di Casalino dal 1951 al 1962, era uno spirito libero e poliedrico, un artista e un grande sportivo, che aveva ancora fatto parlare di sè nel 2002 vincendo in Austria la coppa del mondo di ciclismo per gli "over 80"

Il Novarese piange la scomparsa di Carlo Grossini, il partigiano "Leo" della birgata "Pizio Greta".

A darne comunicazione è l'Anpi provinciale di Novara. "L'Anpi lo ricorda per la sua capacità di stare con la gente - ha detto il presidente Anna Cardano - rimanendo sempre fedele ai valori della resistenza".

Sindaco di Casalino dal 1951 al 1962, Grossini era uno spirito libero e poliedrico, un grande sportivo che aveva ancora fatto parlare di sè nel 2002 vincendo in Austria la coppa del mondo di ciclismo per gli "over 80". Era anche un'artista, autore dei bassorilievi in bronzo dei 7 martiri di Casalino e delle stelle alpine ai lati del monumento alla Resistenza di quel Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I funerali si svolgeranno oggi, venerdì 28 novembre, alle ore 15 nel cimitero di Cameriano in forma civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, dal 3 giugno niente più mascherina obbligatoria all'aperto in Piemonte

  • Le spiagge più belle del Lago D'orta

  • Tragedia a Romagnano Sesia, 22enne annegato nel Sesia

  • Novara, c'è la data ufficiale di apertura del supermercato Aldi in corso della Vittoria

  • Elettrocardiogrammi: dal 3 giugno necessaria la prenotazione per effettuare l'esame

  • Coronavirus, +57 positivi in Piemonte: stabile la situazione a Novara, ma c'è un decesso

Torna su
NovaraToday è in caricamento