Novara, sigilli della Forestale ad un'officina abusiva

Per il titolare, anche una denuncia per gestione e smaltimento illecito di oli esausti

Gli oli esausti venivano, con ogni probabilità, smaltiti tramite sversamento in tombino

Sequestrata dalla Forestale un'autofficina abusiva a Novara. L'operazione è scattata lo scorso 5 aprile: i militari della stazione carabinieri forestale di Novara e Oleggio hanno sottoposto a sequestro preventivo un'officina della periferia. Il sequestro è stato poi convalidato dal Gip di Novara nella giornata di lunedì 9 aprile.

Il provvedimento è scattato dopo che dal sopralluogo è emerso che la struttura risultava registrata presso la locale Camera di Commercio
soltanto come centro per la sostituzione di pneumatici, ma in realtà effettuava anche l’attività di autofficina meccanica. Non solo: gli accertamenti hanno inoltre consentito di scoprire che il titolare dell’officina effettuava anche la gestione illecita degli oli esausti, che secondo la legge sono rifiuti pericolosi.

L’impresa, infatti, era priva di autorizzazione ambientale né risultava avere adottato le misure di cautela prescritte dalla normativa a garanzia di una corretta gestione di tale tipologia di rifiuti. Nel corso dell’ispezione è stato rinvenuto dai militari un ingente quantitativo di oli esausti, stimato in circa 1500 litri, accumulato e mantenuto senza l’adozione delle necessarie misure di protezione ambientale: "gli oli - spiegano i militari - erano, con buona probabilità, smaltiti tramite sversamento in tombino con possibile percolazione diretta nella rete fognaria. Si è, di
conseguenza, proceduto ad effettuare il sequestro preventivo con urgenza, allo scopo di interrompere l’azione inquinante e di evitare ogni possibile ulteriore aggravamento della contaminazione ambientale già prodotta".

Per questo, la Forestale ha allertato l'Arpa, per verificare l’entità dell’inquinamento ambientale causato, e Acqua Novara Vco, per gli accertamenti di competenza. Dalle prime verifiche non sono però emersi gravi pericoli per la salute pubblica. Ulteriori accertamenti sono in
corso per meglio qualificare e quantificare l’impatto ambientale dell’attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il titolare dell'attività, un cittadino pakistano residente a Novara, è stato quindi denunciato per il reato di smaltimento illecito di rifiuti pericolosi. Per lui anche una multa di 2500 per l'esercizio abusivo dell'attività di autofficina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Incidente a Novara, auto si schianta contro un dehors in via Pontida

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente a Paruzzaro: schianto tra auto e camion, un ferito grave

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Coronavirus, pronta una nuova ordinanza in Piemonte: niente più distanziamento sociale sui mezzi pubblici

Torna su
NovaraToday è in caricamento