Omicidio di Vercelli, fermato un 70enne per il brutale assassinio

Giovanni Perini ha prima confessato di aver ucciso Antonello Bessi, poi ha ritrattato

Repertorio

Ha un nome, secondo gli inquirenti, l'assassino di Antonello Bessi, il ciclista brutalmente ucciso lo scorso 4 settembre a Vercelli.

La Squadra Mobile di Vercelli ha infatti fermato Giovanni Perini, 70 anni, amico della vittima. Perini è stato ripreso dalle telecamere di due negozi vicino alla casa di Bessi all'ora del delitto: inizialmente ha confessato spontaneamente di averlo colpito con 13 coltellate, ma poi ha ritrattato e ha cambiato versione, dicendo di essere innocente. Sarebbe indagato anche il figlio di Perini, che ha avuto però un ruolo marginale, "coprendo" solo il padre dopo che questi gli aveva confessato l'omicidio.

La polizia ha perquisito l'abitazione di Perini e ha trovato 5mila euro in contanti e degli abiti, che potrebbero essere quelli indossati dall'assassino il giorno del brutale omicidio. Manca ancora però l'arma del delitto, che non è stata ritovata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, guardia del Carrefour muore a soli 33 anni

Torna su
NovaraToday è in caricamento